Agorà
 

L'Eracle di Euripide: domani incontro a Reggio Calabria

Martedì 17 aprile 2018, alle ore 17.30, presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, lo stesso Museo e il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, per il ciclo di incontri sul "teatro antico – dall'antico al moderno storia e variazione del teatro classico nella tradizione occidentale", organizzano il terzo convegno "Eracle" di Euripide – Il declino dell'eroe delle dodici fatiche, la tragedia della follia, con video proiezione. Intervengono il Direttore del Museo, dott. Carmelo Malacrino, Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis. Relatrice dell'evento sarà Paola Radici Colace, prof. Ordinario di Filologia classica – Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell'Università di Messina, presidente onorario e direttore scientifico del Cis. La tragedia affronta il tema della follia, una delle forze oscure che si annidano nell'animo umano e narra la vicenda dolorosa di Eracle. Il tiranno Lico approfittando dell'assenza di Eracle uccide il suocero Creonte e minaccia di morte Megara, i figli e il vecchio Anfitrione, che si rifugiano supplici intorno all'ara di Zeus. Per i miseri, la situazione si fa disperata, ma giunge l'eroe Eracle che uccide Lico e ridona ai suoi la tranquillità. Qui l'azione sarebbe conclusa ma, per l'odio di Era, Eracle improvvisamente impazzisce, come annunziano Iride e Lyssa, dèa della follia e fa strage della moglie e dei figli. Ritornato in sè, si sente smarrito e medita il suicidio, ma Teseo lo induce a seguirlo ad Atene. La follia, le patologie della mente, la deriva della ragione, la miseria del nulla hanno coinvolto un personaggio che dalla condizione di eroe è caduto nella condanna di vivere una vita in cui ogni giorno si sarebbe dovuto misurare col dolore e col rimorso.