Agorà
 

Reggio: il Cis promuove la conversazione su “Il relitto di Anticitera”

Lunedì 9 luglio 2018, alle ore 21:00, presso il Chiostro di S. Giorgio al Corso – Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, nell'ambito del ciclo di Archeologia e Numismatica, promuove la conversazione su "Il relitto di Anticitera". Con il supporto di video proiezione relazionerà il Prof. Daniele Castrizio, ordinario di Numismatica presso l'Università di Messina. Il prof. Daniele Castrizio tiene i corsi di Numismatica Medievale per i Curricula Archeologico e Storico-artistico del Corso di Laurea in Lettere, è membro del Collegio Docenti del Dottorato di Ricerca in Archeologia e Storia dell'Arte greca e romana dell'Università di Messina ed autore di numerose pubblicazioni. Il relitto di Anticitera è quanto rimasto di un naufragio avvenuto dinnanzi all'isola di Anticitera presso capo Glyphadia, nel I secolo a. C. La nave romana, scoperta nel 1900 da alcuni pescatori di spugne, è famosa per il ritrovamento del meccanismo Anticitera, dispositivo di bronzo in grado di predire le eclissi e di mostrare i movimenti di Sole, Luna e pianeti. Nella stessa nave, inoltre sono stati individuati oggetti di vetro, gioielli e una statua di bronzo nota come "l'Efebo di Anticitera". Alcuni studiosi hanno supposto che la nave stesse trasportando in Italia parte del bottino del generale Lucio Cornelio Silla. Tale teoria ha avuto origine da un riferimento dello scrittore greco Luciano di Samosata che parlava di una nave di Silla affondata in quella zona.