Agorà
 

Crosia (Cs), intercettato finanziamento per Palazzo De Capua

Riqualificazione e valorizzazione del Centro storico, l'Amministrazione comunale di Crosia ottiene un nuovo finanziamento, di circa 110mila euro, questa volta finalizzato alla progettazione dell'adeguamento antisismico e funzionale di Palazzo De Capua. Dopo l'acquisizione dell'immobile da parte del Comune l'Esecutivo cittadino ha subito avviato le procedure per ridare vita e rendere massimamente fruibile uno degli edifici più belli ed importanti del borgo traentino.

È quanto fa sapere il Consigliere comunale delegato ai Lavori Pubblici, Saverio Capristo, impegnato ormai da tempo in quello che è il "Cantiere Crosia": un grande programma politico-amministrativo varato dal Governo Russo che in poco più di quattro anni di consiliatura è riuscito ad intercettare oltre 15milioni di euro di finanziamenti extrabilancio.

Con la riqualificazione di Palazzo De Capua – aggiunge Capristo – proseguiamo quella consistente attività di interventi volti a rivalorizzare il centro storico di Crosia. Stiamo lavorando su più fronti. Da un lato per risanare le diverse criticità sotto il profilo del dissesto idrogeologico e sono noti a tutti i finanziamenti intercettati per il risanamento dei costoni antistanti l'antico borgo; dall'altro per rendere accogliente l'antico abitato dopo decenni di abbandono e degrado. A breve – illustra il Consigliere delegato ai Lavori pubblici - saranno avviate le procedure per una nuova destinazione d'uso della casa del pellegrino; è in itinere un progetto, in attesa di finanziamento, per il riutilizzo delle case disabitate ed abbandonate mentre, oggi, con l'assegnazione di questo nuovo finanziamento, diamo il via al programma di progettazione per la riqualificazione proprio di palazzo De Capua che ci auguriamo possa diventare nel prossimo futuro il centro nevralgico della vita sociale di Crosia. Ma tutta questa serie di interventi – dice ancora - non sono altro che un parte del "Cantiere Crosia" aperto dall'Amministrazione Russo e che nei prossimi mesi consentirà, grazie alla capacità di questo Esecutivo di aver saputo intercettare milioni di finanziamenti extrabilancio, di intervenire sulle grandi opere attese dalla comunità. A partire dal potenziamento del depuratore cittadino, i cui lavori sono prossimi a partire, per finire all'ammodernamento strutturale di tutti gli edifici scolastici comunali, passando per il restyling degli edifici pubblici, per il risanamento da dissesto idrogeologico del Centro storico, di Mirto, Fiumarella e del fiume Trionto e alla realizzazione di nuove strutture come il PalaSport e – conclude Capristo - la Palestra per la scuola media "Padula".

Il finanziamento di 106.800 euro da fondi interministeriali (Dicasteri Interno ed Economia e Finanza) destinato a palazzo De Capua è l'ultimo in ordine di tempo richiesto lo scorso 12 Giugno, all'indomani del passaggio di proprietà dell'immobile all'ente pubblico. ©CMPAGENCY