Agorà
 

Catanzaro, Cardamone: “Grande attesa per ‘Escher, la Calabria, il mito’, una mostra di respiro internazionale”

"Con l'arrivo delle 86 opere di Maurits Escher stiamo finalmente per passare alla fase due: l'effettivo allestimento dei saloni del Complesso monumentale del San Giovanni per tuffarsi in questo sublime viaggio nel mito di uno dei più grandi artisti europei del Novecento".

Lo ha affermato il vicesindaco e assessore alla cultura, Ivan Cardamone, che sta personalmente seguendo la preparazione della mostra sul grafico incisore olandese. "Dopo mesi di preparativi siamo ormai agli sgoccioli: sarà emozionante scoprire di persona l'influenza che la nostra regione e il sud hanno avuto sul maestro", ha detto ancora Cardamone, "le tante facce derivate dall'incontro fra un genio del nord Europa e i paesaggi, le architetture, gli ambienti del meridione e del Mediterraneo, così diversi e, anche grazie a Escher, così vicini per chi vorrà apprezzare una parte della sua sterminata produzione proprio qui a Catanzaro".

L'appuntamento inaugurale sarà martedì prossimo. "Dal 20 novembre al 20 gennaio il capoluogo entrerà a far parte del circuito artistico nazionale e internazionale con un allestimento di assoluto livello. Sono sicuro che il ritorno di immagine per la città sarà molto rilevante".

Cardamone ha poi sottolineato "l'approvazione, da parte della giunta Abramo, delle determinazioni su organizzazione e allestimento curati Domenico Piraina e Federico Giudiceandrea e promossi dal Comune e dal Gruppo Arthemisia in collaborazione con la Escher Foundation e la Regione". "È stato tutto studiato nei minimi dettagli per consentire ai visitatori, e ce ne aspettiamo tanti, di godersi in pieno l'esperienza di Escher", ha aggiunto il vicesindaco. "Sono sicuro che il lavoro messo in campo dal Comune, a partire dal settore cultura diretto da Antonino Ferraiolo, sarà la base migliore per questo importantissimo avvenimento culturale che rafforza il ruolo di Catanzaro – ha concluso - come snodo centrale del panorama artistico regionale".