Agorà
 

Catanzaro, il Liceo Scientifico 'Luigi Siciliani' legge Camilleri: doppio appuntamento domani al Museo Marca

Il Liceo Scientifico "Luigi Siciliani", in collaborazione con la Fondazione Rocco Guglielmo e con il Museo MARCA di Catanzaro, prosegue i festeggiamenti per i suoi 70 anni di vita con una manifestazione di grandissimo rilievo. Si intitola Leggere Andrea Camilleri. Un percorso fra storia e invenzione, la giornata che al Museo MARCA di via Turco offrirà un doppio appuntamento il martedi 26 marzo 2019: in mattinata, ore 10.00-13.30 per gli studenti del Liceo Scientifico Siciliani, e nel pomeriggio, ore 18.00-19.30 aperta al grande pubblico. L'incontro, coordinato dalla Prof.ssa Raimonda Bruno, docente del Liceo Scientifico Siciliani, vede protagonista il critico e storico della letteratura Milly Curcio, docente dello stesso Siciliani, anche nella sua veste di curatrice di un volume con interventi di saggisti europei intitolato I fantasmi di Camilleri, e pubblicato dal prestigioso editore L'Harmattan, attivo fra Parigi e Budapest. Inoltre avremo il piacere di avere ospite in città, nella sua città, Luigi Tassoni, semiologo e critico, professore universitario a Pécs, noto anche al pubblico calabrese, che ci guiderà, con la prof.ssa Curcio, attraverso un aspetto affascinante dell'opera di Andrea Camilleri, oggi con un enorme seguito di pubblico: i romanzi e i racconti di ambientazione storica dello scrittore italiano più noto nel mondo. Se la RAI ha riscoperto con una grande risposta del pubblico televisivo le storie eroicomiche, ad esempio, de La stagione della caccia, recentemente andato in onda, o La mossa del cavallo, altro famoso titolo camilleriano, ricordiamo che invece già da diversi anni un gruppo europeo di ricerca, coordinato dal prof. Tassoni, ha avviato un laboratorio, di cui fanno parte molti giovani laureati, laureandi, Erasmus, e critici, filologi, storici, nell'attivissimo Dipartimento di Italianistica dell'Università di Pécs, che rappresenta una delle eccellenze a livello internazionale. Ne è frutto il volume I fantasmi di Camilleri, da cui si partirà al MARCA di Catanzaro per entrare nel mondo delle fantasie, delle passioni, dei giochi intelligenti, delle occasioni, messi in atto nella narrazione di Andrea Camilleri, al di qua e al di là del celebre commissario Montalbano. Attraverso queste seducenti storie Milly Curcio e Luigi Tassoni inviteranno il pubblico a considerare la ricostruzione storica dei romanzi come una sorta di reinvenzione della nostra memoria, della civiltà meridionale e mediterranea, e la creazione di un osservatorio privilegiato sui vizi e le virtù della nostra complessa epoca.

Il dato più interessante, negli incontri che da anni si sono snodati in varie sedi e istituzioni sul medesimo tema, è la passione per le storie di Camilleri, capace di avvicinare più generazioni e mentalità differenti, segno di una forza narrativa e un messaggio alto, destinato a durare nel tempo. Non a caso, sullo stesso tema della giornata catanzarese, Leggere Camilleri, si replicherà in Ungheria, presso la sede di Pécs dell'Accademia ungherese delle Scienze e con il supporto dell'Istituto italiano di cultura di Budapest, in una serie di incontri, nella prima settimana di aprile, e a fine anno all'Università di Cluj-Napoca in Transilvania, e all'Università di Praga, sempre con l'intervento di giovani e studiosi provenienti da numerosi Paesi europei. Senza dubbio un bel segnale della necessità per una piccola città del sud come Catanzaro di avvicinarsi ai grandi temi e alla mentalità europea, che fa da scenario, speriamo attivamente, al futuro delle nuove generazioni, alle quali la letteratura offre ancora una volta grandi opportunità formative e di conoscenza di realtà complesse.