Altri Sport
 

Mercato Ecosistem Catanzaro, chiusura col botto: arriva Matatia

L'Ecosistem Catanzaro evidentemente ama pescare talenti dalle rive dell'Oceano Pacifico. A dimostrarlo, l'ultimo innesto che suggella la campagna acquisti della squadra di beach soccer del Capoluogo.

Il sodalizio della famiglia Procopio, fin dall'alba di questa stagione, ha inteso ripartire a fari spenti, lavorando su più fronti per allestire un organico di valore, senza destrutturare quello passato, ma potenziandolo, con scelte mirate. Non è un caso, quindi, che sia rimasto lo zoccolo duro (tutto "nostrano") del team di mister Tonino Aloi, avvalorato da tre atleti che provengono dalle Isole del Vento della Polinesia Francese, approdando a Catanzaro, dove proprio il "vento" è tra gli elementi preponderanti. Dopo Machelele e Bibiche, arriva un altro tahitiano, Dylan Terahitiarii, detto Matatia: esterno d'attacco classe 1992, Matatia passa in giallorosso per apportare estro e versatilità nel reparto offensivo e, come i due connazionali, si aggregherà al gruppo e sarà a disposizione già per la tappa inaugurale della campionato di Serie A 2018, a Quartu Sant'Elena, dall'8 al 10 giugno, quando l'Ecosistem incontrerà Canalicchio, Villasimius e Napoli. Riscattare l'annata passata e dimostrare di essere cresciuti (nella "testa", soprattutto) è l'imperativo delle Aquile del Beach, intenzionate a raggiungere il livello di blasonate concorrenti e non regalare niente a nessuno. Ci sarà da guerreggiare: il Catanzaro è pronto.