Altri Sport
 

ASD Sporting Center” al 12° Open Internazionale di Sicilia “Pellicone”

Un'estate rovente ma non soltanto da un punto di visto meteorologico quanto sportivo, per gli atleti dell'"ASD Sporting Center", reduci dal 12° Open Internazionale di Sicilia "Prof. Giuseppe Pellicone", che si è svolto il 7 e 8 luglio, presso il Palazzetto dello sport "Palaghiaccio" di Catania.

Una due giorni, organizzata dalla FIJLKAM (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali) - Comitato Regionale Sicilia/settore Karate, che ha visto protagonisti gli atleti lametini Under 21 e Senior., categorie Master, Esordienti, Cadetti e Juniores, per le specialità Kumite – Kata.

Supportati fisicamente ed emotivamente dal loro insegnante Vincenzo Ruberto, i rappresentanti della ASD Sporting Center, si sono fatti valere conquistando anche questa volta, importanti risultati.

Durante la prima giornata, a salire sul podio, al primo e terzo posto, con l'orgoglio lametino che li ha però contraddistinti tutti, sono stati con la medaglia oro Vincenzo Pino, e con il bronzo, Mariagrazia. Perso

A chiudere in bellezza, poi, ci ha pensato Chiara Morello che ha conquistato un bell'argento.

Nonostante il caldo e la fatica di un anno accademico che giunge quasi al termine, ha dichiarato il maestro Vincenzo Ruberto – anche questa volta i nostri ragazzi hanno dimostrato una buona tempra sportiva e caratteriale, riuscendo a mantenere alta la concentrazione, divertendosi e sperimentando con il corpo e con la tecnica.

Sono cresciuti notevolmente – ha concluso il maestro – riuscendo soprattutto, a comprendere il valore della condivisione di ogni singola medaglia come successo di gruppo anche per chi, è rimasto a casa.

Vacanze ancora lontane per gli atleti della Sporting Center, in particolare per Paola Ruberto, De Fazio Mattia e Bonaccurso Chiara che a metà luglio, parteciperanno al "Campionato Italiano a Rappresentative Regionali M/F", importante appuntamento per gli esperti del settore.

In attesa dunque, della prossima sfida, qualche giorno di riposo e poi, un intenso allenamento che con il profumo di salsedine nell'aria, diventa sempre più, prova di resistenza psico-fisica.