Giochi Europei Paralimpici Giovanili. L’Avv. Fabio Colella capo delegazione della Federazione Italiana Vela per l’Italia

Dal 9 al 15 Ottobre scattano i Giochi Europei Paralimpici Giovanili che si svolgono in Liguria con la partecipazione di 26 nazioni e la presenza di ben 600 atleti.

A Capo della delegazione Della Federazione Italiana Vela è l'avv. Fabio Colella che è anche il responsabile nazionale del settore che evidenzia l'importanza dello Sport nel cambiare la percezione della disabilità nella società civile.

La Federazione Italiana Vela è tra quelle che, negli ultimi anni, ha dato di più per adeguare gli impianti in modo da superare le difficoltà per far praticare lo sport della vela ad atleti con disabilità fisica e, purtroppo, in questo non è stata aiutata dalla legislazione vigente ne dalle istituzioni locali considerando i progetti che raccolgono polvere negli uffici per ottenere le dovute autorizzazioni.

Ne fa fede la richiesta di approvazione del progetto, presentata dal Circolo Velico al Comune di Reggio Calabria sin dal 2012, dove però giace.

Ma a queste ombre oggi si sfavilla, in Liguria, solo di luce, di fronte non solo agli atleti partecipanti ma a migliaia di studenti vogliosi di provare le attrezzature in dotazione.

A Reggio, in particolare, il Rotary club ha voluto fare uno sforzo pioneristico e ha dotato il Velico di una imbarcazione adatta alla utilizzazione da parte dei disabili.

Ma la" mission" non finisce qui. La 33 Edizione della Mediterranean Cup si abbinerà al tema della disabilità e nei locali del Lido Comunale, dove si svolgerà l'evento sportivo, un atleta disabile che pratica la vela a livello agonistico scenderà in acqua accanto ai regatanti che provengono da tutto il mondo.

L'Avv. Fabio Colella a cui la Federazione Italiana Vela dà il compito di rappresentare l'Italia alla competizione Europea, ritiene che l'evento è un momento importante in cui gli atleti paralimpici dimostrano che ogni sfida, con l'impegno, può essere vinto e la Vela, indipendentemente dal loro grado di disabilità, è lo strumento.