Barbieri (Sunia): “Emergenza abitativa nel Sud”

Nelle regioni del Sud "e' necessario un intervento diretto dello Stato per l'edilizia residenziale pubblica". Lo ha affermato il segretario generale del Sunia, il sindacato degli inquilini, Daniele Barbieri, intervenendo a Catanzaro a una tavola rotonda sulle politiche abitative organizzata dalla Cgil e dal Sunia. "Con la legge di bilancio approvata di recente - ha aggiunto - purtroppo cambia molto poco perche' la legge non prevede una serie di richieste del Sunia e delle organizzazioni sindacali dei lavoratori. Avevamo chiesto il rifinanziamento del fondo di sostegno alla locazione ma per il 2018 non si prevede alcuno stanziamento e si prevede una cifra ridicola, 10 milioni, per il 2019 e il 2020. E poi - ha ricordato Barbieri - avevamo chiesto un provvedimento in prospettiva quale il finanziamento di un piano straordinario di edilizia sociale di 10 anni per aumentare l'offerta di alloggi a canone sociale, offerta che oggi e' decisamente scarsa". Secondo Barbieri "le regioni del Sud sono quelle probabilmente piu' colpite dall'attuale emergenza, nemmeno il "social housing" riesce a dare una risposta per via dei costi che propone. Qui piu' che in altre regioni e' necessario un intervento diretto dello Stato per l'edilizia residenziale pubblica: senza questo - ha concluso il segretario generale del Sunia - e' difficile affrontate seriamente l'emergenza abitativa".