Operazioni “Martingala” e “Vello d’oro”, il plauso di Avviso Pubblico a magistratura e forze dell’ordine

Avviso Pubblico esprime il più vivo e sentito plauso ai magistrati della Direzione Investigativa Antimafia e alle procure distrettuali di Firenze e Reggio Calabria che oggi con l'ausilio della Guardia di Finanza con grande competenza e professionalità hanno portato a termine le Operazioni "Martingala" e "Vello d'oro".

"Queste operazioni confermano ancora una volta come la 'Ndrangheta sia sempre più presente nelle regioni del Nord Italia, oltre che all'estero. Una triste conferma di quello che sosteniamo da anni nei nostri incontri e corsi di formazione realizzati con Avviso Pubblico – ha dichiarato la Vicepresidente e Coordinatrice regionale per la Calabria di Avviso Pubblico, Maria Antonietta Sacco, consigliera comunale di Carlopoli -. Dopo le molteplici evidenze investigative e giudiziarie dobbiamo essere ben coscienti che non esistono in Italia territori immuni da fenomeni di infiltrazione mafiosa e lavorare affinché anche la società civile sia informata e consapevole di questo".

"Le inchieste di cui siamo venuti a conoscenza oggi se da un lato mostrano l'efficienza del lavoro svolto dalla magistratura e dalle forze dell'ordine dall'altro fanno emergere gli attivi legami tra la criminalità organizzata e il nostro tessuto economico – ha aggiunto la coordinatrice regionale di Avviso Pubblico per la Toscana Ilaria Santi, Presidente del Consiglio comunale di Prato - C'è un chiaro sodalizio tra le organizzazioni mafiose e alcuni liberi professionisti che li sostengono e gli permettono di operare sul territorio, consentendogli di ripulire il denaro sporco attraverso l'emissione di fatture per operazioni inesistenti e al riciclaggio o autoriciclaggio. Tali fenomeni di illegalità diffusa, essendo in continua e rapida evoluzione, richiedono un costante e coordinato aggiornamento delle strategie operative, finalizzate alla loro prevenzione e repressione, anche mediante l'individuazione di innovativi e più efficaci strumenti di intervento".

Avviso Pubblico, a fianco di questa incisiva attività della DIA, da alcuni anni realizza diverse iniziative per sensibilizzare costantemente gli amministratori locali e la cittadinanza su queste tematiche e per diffondere una cultura dell'etica pubblica e una maggiore conoscenza nella prevenzione e nel contrasto alle mafie ed alla corruzione. Nei prossimi giorni in diversi comuni enti soci, in occasione dei "100 passi verso il 21 marzo" – la Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie che a livello regionale si svolgerà il prossimo 21 marzo a Pisa e che dallo scorso anno è diventata per legge un evento ufficiale della Repubblica italiana, – si svolgeranno diversi incontri volti a diffondere e a promuovere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile