Sanità, il senatore Siclari (FI): “Scura ha le ore contate”

Scura Massimo nuova 500«Sono soddisfatto dell'importate risultato ottenuto oggi con la presenza del commissario Massimo Scura (nella foto) in audizione alla Commissione Igiene e Sanità Pubblica del Senato. È il primo chiaro segnale che, finalmente, dopo ben 11 anni di silenzio sul commissariamento in Calabria, l'emergenza sanitaria viene affrontata concretamente cercando di scavare affondo e non facendo propaganda politica».

Lo dichiara il Senatore Marco Siclari, capogruppo di Forza Italia in commissione sanità, a distanza di pochi minuti dalla conclusione dell'audizione del commissario Scura che ha, senza dubbio, aperto uno scenario diverso che muterà l'assetto della gestione sanitaria in Calabria.

«Ho incalzato Scura e ascoltato attentamente le sue risposte su diverse emergenze che riguardano la gestione commissariale della sanità in Calabria, le difficoltà imposte dalla politica e dal territorio, e avrò modo di esaminarle durante la conferenza stampa fissata per martedì 25 settembre a Lamezia Terme. Dopo Scura, domani toccherà ad Oliverio e non saranno fatti sconti perché la politica ha responsabilità in questo disastro tanto quanto la gestione commissariale. Resto convinto, anche a fronte delle risposte ottenute oggi, che lo strumento del commissariamento in Calabria è arrivato al capolinea e, dopo aver portato a termine l'audizione di Scura, per la prima volta convocato su mia richiesta nella sede più idonea per affrontare seriamente una questione che riguarda la vita dei calabresi, posso confermare che Scura non può che avere le ore contate. Aspetteremo di ascoltare anche cosa avrà da dire il Governatore Oliverio, più volte chiamato in causa anche da Scura, per poi mettere al corrente tutti, amministratori e cittadini, dei risultati ottenuti e dei prossimi step da portare a termine per ridare dignità ai calabresi e garantire il sacrosanto diritto alla salute», ha concluso il senatore azzurro.