Oliverio incontra le associazioni balneari

Si è svolta al dodicesimo piano del palazzo degli Itali, sede della Regione Calabria, una riunione tra i vertici regionali e le confederazioni sindacali dei balneari per discutere di turismo e approfondire la vicenda sulla direttiva Bolkestein. A fare gli onori di casa il Presidente Mario Oliverio assieme al Dirigente del demanio marittimo Alessandro Romeo e all'Assessore alla pianificazione territoriale Francesco Rossi. Per le sigle sindacali erano presenti il SIB con il Presidente regionale Giannotti ed i presidenti provinciali, la FIBA, Confesercenti con il presidente Farina e Assobalneari di Confindustria con il presidente Nucera. La discussione ha toccato diversi argomenti riguardante il comparto del turismo; richieste semplici come il potenziamento del numero di guide turistiche accreditate o la semplice presenza di un assessore dedicato solo al comparto turismo oltre l'adeguamento delle leggi in materia di demanio marittimo.
L'Assessore Rossi prima ed il presidente Oliverio successivamente hanno illustrato un percorso tecnico che potrebbe rappresentare, se realizzato, una novità assoluta in Italia: il procedimento che coinvolge anche gli operatori balneari si articola in un istituto giuridico denominato "Contratto di costa". Con tale strumento la regione Calabria intende creare uno sviluppo virtuoso che coinvolge moltissimi soggetti pubblici e privati. La procedura seppur esposta in modo esaustivo dall'assessore Rossi è abbastanza complessa e richiede il coinvolgimento positivo di molti soggetti in particolare gli operatori del settore e gli enti territoriali.

Il contratto di costa consentirebbe lo sblocco degli investimenti delle concessioni demaniali esistenti. E ancora un approfondimento sulla direttiva Bolkestein che con il contratto di costa potrebbe portate ad un nuovo quadro di riferimento normativo seguendo, però, un percorso tecnico giuridico coerente con la sentenza della Corte di giustizia europea. Tutte le associazioni di categoria presenti al tavolo hanno manifestato apertamente la loro approvazione e sostegno al percorso amministrativo che la regione. Unica richiesta delle sigle sindacali è stata quella della certezza dei tempi e a tal proposito l'assessore Rossi e i funzionari presenti hanno assicurato che entro massimo due settimane il tavolo di lavoro sarà aggiornato e verrà fatto il punto della situazione.