Intesa Inps-Regione, istituto accerterà requisiti invalidità

"Sono state riaffidate all'Inps Calabria le funzioni relative all'accertamento dei requisiti sanitari in materia d'invalidita' civile, cecita', sordita', handicap e disabilita'. Lo rende noto la direzione regionale dell'Inps. "La direzione regionale Inps Calabria, rappresentata dal direttore regionale Diego De Felice e la Regione, in persona del commissario ad acta per la sanita' Massimo Scura - e' detto nel comunicato - hanno nuovamente sottoscritto la Convenzione che, per il secondo anno e per tutte le province calabresi, affida all'Istituto, con decorrenza 1 dicembre 2018, le funzioni relative all'accertamento dei requisiti sanitari in materia d'invalidita' civile cecita', sordita', handicap e disabilita'. La nuova convenzione segue il protocollo d'intesa sperimentale tra l'Inps e la Regione, sottoscritto il 18 maggio 2017, che, valutato a distanza di un anno, ha mostrato buoni risultati operativi, in particolare riducendo la tempistica della gestione del procedimento relativo all'accertamento dei requisiti, passata dai precedenti 117 agli attuali 48 giorni, consentendo agli utenti interessati di ridurre fortemente i disagi logistici grazie alla possibilita' di non essere sottoposti a doppia visita medica". "Oltre a questi risultati - riporta ancora la nota dell'Inps - si informa che in talune sedi provinciali dell'Istituto si riesce oggi a consegnare all'utente, nella stessa giornata della visita, il verbale di riconoscimento o meno del diritto e a predisporre, per il beneficiario spettante, la parte economica, in modo da garantire il rispetto dei principi di trasparenza e semplificazione delle attivita' amministrative. L'attivita' svolta nell'anno di sperimentazione mostra quindi che l'Inps, con la sua attivita' operativa, a seguito dell'accordo con il Commissario ad acta, ha posto molta attenzione al superamento delle difficolta' logistiche e/organizzative, avendo come obiettivo il benessere dell'utente e contribuendo per questa via al contenimento dei costi". La nuova convenzione avra' validita' sino al 31 dicembre 2019 e potra' essere rinnovata anno per anno, su concorde volonta' delle parti, per un periodo di 2 anni.