Rifiuti, domani il seminario dell’Anci Calabria alla Cittadella regionale. Callipo: “Sindaci in difficoltà”

La questione rifiuti ed in particolare quella della tariffazione sarà tra gli argomenti sui quali si confronterà il direttivo regionale di ANCI Calabria in programma domani mercoledì 13 nella Cittadella Regionale a Catanzaro, a margine del seminario dal titolo "La gestione dei rifiuti di imballaggio – affidamento del servizio, tariffazione e avvio a ricicli dei rifiuti da raccolta differenziata", promosso da ANCI e CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) in partnership con la Regione Calabria. A darne notizia è il Presidente di ANCI Calabria Gianluca Callipo sottolineando che, "rispetto alla complessa questione rifiuti ed alle istanze ed esigenze degli enti locali, si continuerà a preferire il metodo del confronto e della concertazione con la Regione Calabria che – scandisce – ha positivamente caratterizzato tutto il 2018, consentendo di aggredire e di individuare insieme soluzioni il più possibile condivise dai sindaci e dai territori".
All'incontro pubblico, che si terrà nella Sala Oro, dalle ore 9 alle 14.30, insieme allo stesso presidente Callipo, interverranno anche l'assessore regionale all'ambiente Antonella Rizzo, i docenti Fabio Magrone della SOGESID e Paola Rizzuto, esperto in legislazione ambientale.

"L'intera questione rifiuti – continua il Presidente ANCI – resta per i sindaci calabresi un problema oggettivo che rischia per altro di aggravarsi con la progressiva incapienza delle discariche esistenti. A rendere di più difficile soluzione la vicenda – aggiunge – è poi il fatto che i costi complessivi per gli enti locali non scendono proporzionalmente all'aumento della differenziata, a causa del notevole peso dei costi fissi, il che rischia di produrre a cascata un amento delle tariffe a carico cittadini. Insieme alla Regione Calabria – conclude Callipo – continueremo a lavorare in sinergia per affrontare tutti i problemi legati al passaggio di gestione all'ATO, per definire tariffe sostenibili e per affrontare il problema sia della carenza di discariche sia di individuazione dei siti in cui realizzare l'impiantistica prevista nel piano regionale dei rifiuti".