Migranti, cala il numero degli "sbarchi fantasma"

Quelli che il ministero dell'Interno definisce tecnicamente "rintracci a terra" hanno riguardato 815 migranti nel periodo compreso tra l'1 gennaio e il 10 giugno di quest'anno (55 in Basilicata, 163 in Calabria, 200 in Puglia, 108 in Sardegna e 289 in Sicilia) a fronte dei 930 dello stesso periodo dell'anno scorso. Sempre dall'inizio dell'anno, i migranti complessivamente sbarcati sulle nostre coste sono stati 2.144, l'85.05% in meno rispetto ai 14.339 dello stesso periodo del 2018. Dei 2.144 migranti sbarcati quest'anno, 670 (il 31,25%) sono partiti dalla Libia, 550 (il 25,65%) dalla Turchia, 543 (25,32%) dalla Tunisia, 220 (10,26%) dall'Algeria e 160 (7,4%) dalla Grecia. Tra le nazionalita' dichiarate dal momento dello sbarco, e' prima la Tunisia (403) davanti a Pakistan (305), Iraq (252), Algeria (229), Bangladesh (145), Costa d'Avorio (129), Sudan (66), Iran (65), Guinea (53) e Senegal (51).