Calcio
 

Crotone, Benali: “Mi impegnerò per la salvezza”

"Sono pronto ad impegnarmi per aiutare il Crotone a raggiungere l'obiettivo salvezza. È soddisfatto dell'impatto con la sua nuova squadra Amede Benali, il centrocampista inglese di origini libiche arrivato dal Pescara a rinforzare il Crotone di Walter Zenga. "Ho parlato con il mister ieri - afferma - e mi ha detto quello che vuole e si aspetta da me. Io cercherò di fare di tutto per aiutare il Crotone". Benali spiega come é arrivato in Calabria: "Il Crotone mi aveva cercato anche in estate, ma la cosa non si era potuta fare. Poi quando si è riproposta l'opportunità sono venuto di corsa perché la società ha dimostrato tanta fiducia nei miei confronti. Grazie anche al presidente del Pescara che mi ha concesso la possibilità di tornare a giocare in A". Riguardo al suo ruolo, il calciatore sottolinea la sua predisposizione a giocare in mezzo al campo. "Il mio ruolo - dice - è sempre stato giocare in mezzo al campo. Preferisco fare la mezz'ala più che l'esterno anche se sono stato utilizzato in ruoli diversi e per questo sono a disposizione della squadra. Io ho sempre dato il massimo dove sono stato. Spero di poter dare qualità al Crotone, che ha già calciatori validi, attraverso assist e magari gol". Benali, che racconta di essere nato a 5 minuti dallo stadio di Manchester, aggiunge di essere rimasto stregato dal calcio italiano. "Ho fatto tutti settori giovanili in Inghilterra e poi 5 anni fa sono arrivato in Italia e pensavo di stare poco. Invece mi sono trovato bene, nel calcio ed anche fuori. Volevo giocare in serie A e dopo l'anno scorso che è andata male col Pescara, voglio vincere questa sfida con il Crotone. In Inghilterra il calcio è meno tattico, sembra più una gara di basket che si gioca a livello fisico a chi fa più gol, mentre in Italia c'è molta più tattica". Per l'arrivo di Benali le pagine social del Crotone si sono riempite di commenti entusiasti dei tifosi libici: "Loro - spiega Benali - vivono per il calcio. Somigliano per passione ai tifosi del sud Italia. Vi dovrete aspettare tanti libici che seguiranno il Crotone".

"Stiamo aspettando di concludere per Ricci e poi saremo al completo, ma potrebbe arrivare qualche sorpresa". Lo ha detto il direttore generale del Crotone, Raffaele Vrenna, nel corso della conferenza stampa per la presentazione del neo rossoblu' Amed Benali. Vrenna ha parlato di come la società si sia mossa sul mercato di gennaio in anticipo rispetto al passato. "Dovevamo aggiustare qualcosa - ha sostenuto - ed anche il cambio di allenatore ci ha spinto ad accelerare. Abbiamo fatto più mercato, e prima, per sistemare la squadra sperando che questi acquisti possano dare il loro apporto". Il direttore generale del Crotone ha poi riferito che Tumminello, infortunatosi al ginocchio ad inizio stagione, si sta riprendendo. "Sta recuperando bene - ha aggiunto - ed è in anticipo sui tempi di rientro. Dovrebbe tornare entro fine febbraio". Riguardo al mercato in uscita Vrenna ha spiegato che il Crotone sta cercando di dare al giovane Sulijc la possibilità di giocare visto che, nonostante la qualità, non trova spazio con i rossoblu'. Per quanto riguarda l'attaccante Tonev contiamo di tenerlo, ma se arriverà un'offerta buona per noi e per il calciatore la valuteremo".

"Per la presidenza della Federazione noi abbiamo un'idea che condividiamo con altri club di A. Abbiamo idea di un candidato che possa agevolare società piccole e medio piccole ed anche qualche grande club". Lo ha detto il direttore generale del Crotone, Raffaele Vrenna, in merito alle elezioni per il rinnovo dei vertici della Figc alla conferenza stampa di presentazione del centrocampista inglese di origini libiche Amede Benali. "Speriamo - ha aggiunto Vrenna - che questa compattezza duri e che il nuovo presidente possa riportare il calcio italiano dove merita".