Calcio
 

Reggina, vittoria per la categoria: 1-2 a Bisceglie, salvezza ad un passo

pasqualoni600di Paolo Ficara - Il mare dell'Adriatico fa un buon effetto alla Reggina. Solo sul terreno del Lecce, gli amaranto erano andati a segno due volte in trasferta, pur perdendo. Al di là di quella sconfitta, la Puglia ha portato abbastanza bene in questa stagione, ed oggi consente di raccogliere una vittoria fondamentale per la salvezza. Al 20' Sciamanna ringrazia a modo suo Maurizi per una maglia da titolare che mancava da ottobre, ma il pareggio di Risolo arriva immediato al 21'. Ci pensa una new entry negli scorer stagionali: Pasqualoni al 38' trova lo stacco utile a piazzare l'1-2, che verrà mantenuto fino alla fine.

LE SCELTE – Armeno recupera dal fastidio al flessore e mantiene il posto a sinistra, con Pasqualoni che va a sistemarsi come centrale sinistro in difesa. La sorpresa è sul piano tattico. Maurizi sceglie il vertice alto a centrocampo, con La Camera e Giuffrida come mediani davanti alla difesa, e Marino a ridosso delle punte Sparacello e Sciamanna. Il collega Mancini si attiene ad un 3-5-2, puntando sulla spinta di Azzi a destra.

JAGOLPO - Dopo una sofferenza iniziale, specie nella zona di Azzi che crea lo scompiglio, la Reggina vede premiata la propria disposizione tattica che consente di aggredire alto. Un pallone recuperato nella metà campo avversaria, consente ad Armeno di partire in contropiede. L'esterno ha due opzioni di passaggio, il tocco più vicino verso Sparacello è rappresentato da un campanile, non letto bene da Markic che fa sfilare: arriva tutto solo Sciamanna, il sinistro di prima è respinto da Vassallo, ma la ribattuta col destro si adagia in rete. Terza rete stagionale per lo sfortunato attaccante, chissà a quanto sarebbe arrivato senza i quattro mesi di stop forzato.

NEANCHE IL TEMPO DI ESULTARE – L'orologio non fa nemmeno un giro intero, che il Bisceglie arriva al pareggio per vie orizzontali. Combinano le mezzali, con Montinaro che da sinistra tocca in mezzo per Risolo, sul cui destro c'è solo da dare merito a chi lo esegue: conclusione forte, radente ed angolata, Cucchietti non ci arriva. La Reggina resta comunque viva: Marino va via verso Vassallo, ma la difesa lo rimonta prima di una possibile conclusione ravvicinata. Anche Cucchietti deve respingere qualche tiro dalla distanza.

BISCEGLIE AL TAPPETO - Il primo tempo riserva ancora emozioni, tra due squadre che sembrano giocarsela senza badare più di tanto alla classifica. Al 38', su corner da sinistra di La Camera, spunta sul secondo palo la testa di Pasqualoni in mezzo a quella di due avversari: il difensore impatta bene con la fronte, indirizzando verso l'angolo più lontano per l'1-2.

SARACINESCA – Mancini, che già nel primo tempo aveva dovuto cambiare il regista (Vrdoljak in luogo dell'infortunato Toskic), prova a rimescolare le carte nel corso di una ripresa meno vibrante. Maurizi fa rifiatare Sciamanna e si piazza 5-3-1-1 con Tulissi dietro Sparacello. Almeno un paio i contropiedi no finalizzati a dovere gli amaranto, mentre Cucchietti fa calare la saracinesca per mantenere il risultato: prima su tocco ravvicinato di Jovanovic, poi su botta dalla distanza di Ayina.

QUOTA 36 – La Reggina mette in cassaforte la salvezza, proprio quando sta per iniziare una settimana che può dire tanto sul futuro del club. Buona la lettura tattica di Maurizi, una volta tanto la difesa allegra è stata quella avversaria. Si sale a 36 punti, +4 sulla Paganese che oggi riposa. Domenica prossima, ospitando l'Akragas, si possono chiudere definitivamente i conti.

BISCEGLIE – REGGINA 1-2
Reti: 20' Sciamanna, 21' Risolo, 38' Pasqualoni

BISCEGLIE (3-5-2): Vassallo; Petta, Markic, Russo (65' Ayina); Azzi, Risolo, Toskic (25' Vrdoljak), Montinaro (81' Migliavacca), Giron; D'Ursi, Jovanovic (81' Prezioso). A disposizione: Alberga, Colella, Diallo, Jurkic, D'Ancora, Spedaliere, Messina. Allenatore: Mancini.
REGGINA (5-3-2): Cucchietti; Hadziosmanovic, Laezza, Ferrani, Pasqualoni, Armeno (72' Gatti); La Camera, Marino, Giuffrida (65' Provenzano); Sparacello, Sciamanna (59' Tulissi). A disposizione: Licastro, Turrin, Condemi, Samb, Fortunato, Auriletto, Amato, Franchi, Bezziccheri. Allenatore: Maurizi.

Arbitro: De Remigis di Teramo
Ammoniti: La Camera