Calcio
 

Reggina, Zoratti: "Il nuovo allenatore? Cevoli il più adatto"

zorattiUn pezzo di storia. Anche la promozione del 1995 dalla C1 alla B fece avvicinare parecchia gente alla Reggina, andando a rinverdire un sentimento scalfito dalla retrocessione del 1991. Il condottiero era Giuliano Zoratti, capace di rendere ermetica la fase difensiva, affidandosi poi alle prodezze di Aglietti. Intervenuto a Radio Reggio Più, mister Zoratti ha commentato le ipotesi sul futuro tecnico della Reggina.

Tra i principali candidati, c'è proprio un ex giocatore di quella squadra allenata da Zoratti: "Cevoli è un ragazzo bravissimo ed intelligente. Chi vince un campionato, rimane per un po' sulla cresta dell'onda. Chi invece è sfortunato, viene dimenticato. È capitato anche a me. Nel periodo in cui ho vinto campionati, non solo a Reggio ma anche a Massa o a Livorno, ho avuto sempre l'opportunità di lavorare. Appena si fa un po' meno bene, ci sono tanti allenatori in giro. Bisogna sempre ottenere risultati, per rimanere sulla cresta dell'onda".

Mister Zoratti si è espresso tra Roberto Cevoli, da lui allenato, e Fabio Rossitto, friulano come lui: "Conosco Cevoli, ha voglia di riscatto. Spero che Rossitto continui a salutarmi anche se verrà a saperlo, ma Cevoli lo reputo più adatto. A Reggio è stato corretto, lo prenderei. Riusciva ad anticipare sempre quel che accadeva. Addirittura, in una partita lo feci giocare esterno contro l'Empoli, avevano Montella. Ragazzo intelligente, si sapeva adattare".

Il tecnico dell'ultima promozione in B, ricorda che anche all'epoca la Reggina non era la squadra con i calciatori più costosi: "Quelli dell'Avellino guadagnavano sicuramente di più. Ma in campo non vanno i soldi, ci va l'uomo bravo. Sibilia poteva spendere anche di più, ma avrebbe vinto la Reggina per valori morali e fisici".