Calcio
 

Reggina, Savoldi: "Non si può avere paura di dichiarare l'obiettivo playoff"

savoldiPretattica o modestia? Un paio di giorni fa, Massimo Taibi ha dichiarato a TuttoC.com di non poter promettere nemmeno l'accesso ai playoff. Può darsi che il direttore sportivo della Reggina voglia calmierare le richieste dei calciatori e procuratori fin qui consultati, magari convinti di trovare l'eldorado a Reggio Calabria. Certo è che il pubblico di fede amaranto non può accettare l'ennesima stagione senza ambizioni.

Gianluca Savoldi ha commentato a Radio Reggio Più, senza peli sulla lingua, l'ultima esternazione del ds Taibi: "Non vanno messi limiti alle proprie possibilità, siamo in un'epoca di grande livellamento. Sono d'accordo che facendo proclami, si creano aspettative e pressione. Ragionando da tifoso e non solo, considero sia giusto farsi sentire in modo costruttivo. Bisogna essere ambiziosi, ma con i piedi per terra. Si fissano degli obiettivi, dopodiché non ci si deve nascondere. Non so realmente quali siano gli obiettivi della società. Ma dire che si vuol fare meglio dell'anno scorso, aggiungendo che i playoff non sono un obiettivo, mi sembra una contraddizione. Vuol dire arrivare decimi. Abbiamo paura? Alla squadra cosa racconti, che l'obiettivo è arrivare quintultimi? Per arrivare ai playoff, è sufficiente totalizzare quattro o cinque punti in più rispetto agli ultimi due pietosi campionati. Se non si può provare ad arrivare decimi, allora stiamo a casa".