Calcio
 

Reggina: ruolo per ruolo, il riepilogo di tutte le trattative

viola500di Paolo Ficara - Movimenti ufficiali, pochi. Trattative a buon punto, tantissime. Massimo Taibi sa di dover reperire altri 18 o 19 calciatori, per dare forma ad una Reggina che fin qui ha messo nero su bianco con Ciccio Salandria e Gaetano Navas, entrambi centrocampisti. All'apertura del calciomercato, fra due settimane, il ds amaranto ci arriverà con tanti accordi da depositare per i prestiti degli under. Qui riepiloghiamo i nomi ritenuti tra i più concreti, al fine di chiarire il più possibile le idee. Il tutto è riferito al modulo 4-3-3, che Cevoli ha intenzione di utilizzare. Come under, si intendono i calciatori nati dal 1996 in poi. 

PORTIERE – Sarà Alessandro Confente ('98), il titolare nella prossima stagione in Serie C. Per il ragazzo di proprietà del Chievo, Taibi ha agito a sorpresa dopo i tentennamenti del Torino su Zaccagno e Cucchietti. Il vice dovrebbe essere Kristaps Zommers ('96), reduce dalla promozione in B col Cosenza ma di proprietà del Parma. Licastro ('95) rimarrebbe solo se non si vedesse la strada sbarrata.

DIFENSORI CENTRALI – A buon punto il discorso con il mancino Filippo Carini ('90), che si svincola dalla Paganese. C'è stata la proposta economica, l'ex modenese sembra orientato verso la risposta positiva. Più nebulosa la situazione per il centrale destro, inteso come titolare. Tra le alternative, chiesto alla Fiorentina il prestito del richiestissimo mancino Pierluigi Pinto ('98), ma come riserva under si potrebbe puntare anche su Apostolos Stikas ('96, si svincola dal retrocesso Fondi). Se non si chiuderà per l'italo-marocchino Nebil Caidi ('88, Teramo), si cercherà un elemento in grado di ricoprire più ruoli oltre a quello di centrale destro.

TERZINI – La pista giusta dovrebbe essere quella crotonese. Dai pitagorici è previsto l'arrivo del destrorso Mirko Esposito ('96), reduce dal prestito al Catania, e del mancino Manuel Nicoletti ('98), nella passata stagione al Catanzaro. L'alternativa di quest'ultimo, dovrebbe arrivare dal Parma: o Juan Ramos ('96), oppure Giacomo Ricci ('96). L'alter ego di Esposito a destra potrebbe essere un altro giovane, ma non c'è fretta: da quel lato potrebbe agire anche il jolly Gaetano Navas ('97), oppure l'ipotetico centrale utilizzabile anche a destra.

CENTROCAMPISTI – Si è cercato di mescolare le caratteristiche. Ciccio Salandria ('95) può svolgere tutti i ruoli nel 4-3-3, l'idea è di giocare con lui più un elemento di maggior esperienza ed un under. A completare il reparto, come ipotetici titolari, dovrebbero essere Urban Zibert ('92) che prima deve risolvere il legame con la Juve Stabia, e Simone Franchini ('98), mezzala che giunge in prestito dal Sassuolo. Mezavilla ('83) è in uscita. Con Navas considerabile centrocampista, il reparto sarebbe ipoteticamente completo considerando Amato ('99) e Marino ('98). Ma è probabile che si lavori per reperire un altro under, segnale che non è solo il brasiliano ad essere in uscita. Forse si insisterà ancora per Simonetti ('96), in uscita dal Parma.

ATTACCANTI ESTERNI – La batteria dovrebbe essere composta da quattro elementi. Fatta per Giacomo Zecca ('97), in prestito dal Sassuolo, nonché per Davide Lorusso ('96), che si presenta con un biglietto da visita di 21 gol nell'ultima stagione in D col Trastevere, ma è di proprietà del Parma. I mancini abili a giocare sulla fascia destra sono Marco Rosafio ('94), anch'egli in doppia cifra tra i dilettanti col Messina, ed Andrea Cisco ('98), che il Padova riscatta dal Sassuolo per girarlo in prestito a Reggio. Un eventuale quinto tassello, dipenderà dalla presenza in organico della "terza" punta centrale.

CENTRAVANTI – L'intenzione è di prendere un titolare indiscusso, più una valida alternativa capace di agire anche sulla fascia, tenendo ben presente le doti realizzative di Sciamanna ('90) che rimane con piena fiducia. Il primo obiettivo è Mattia Montini ('92, di proprietà del Bari), in alternativa si andrà su Ferdinando Sforzini ('84, svincolato) o Piergiuseppe Maritato ('89, un solo gol nell'ultimo campionato col Pontedera). Probabile il ritorno di Alessio Viola ('90), richiesto da Cevoli che lo allenò con profitto a Monza: lui dovrebbe essere l'elemento duttile, in grado di ricoprire tutti i ruoli in avanti. Sparacello ('95) "gufa" circa l'eventuale esito di almeno una di queste operazioni, per poter rimanere e giocarsi le proprie carte: ma al momento, sa di essere in uscita.