Calcio
 

Reggina, vittoria Cevoli-style: Martiniello al 90', espugnata Cava de' Tirreni

cevolirobertodi Paolo Ficara - Non è più un caso. Quando rischiò l'esonero contro il Rieti, all'andata, Roberto Cevoli entrò in campo dalla gioia sul 3-2 firmato Ungaro all'ultimo istante. Al 96' anche il gol di Bellomo a Bisceglie, altro snodo importante dato che si era da poco insediato il nuovo presidente. Al rientro sulla panchina amaranto, la squadra del tecnico sammarinese conferma di essere tenace. Al 90 il subentrato Martiniello segna il gol dell'ex in casa della Cavese, buono per restituire alla Reggina quella vittoria esterna che mancava da febbraio.

LE FORMAZIONI – Quasi del tutto confermate le indicazioni della vigilia per le scelte di Cevoli, che vara il 3-5-1-1 ed alla fine preferisce Zibert a Marino. La mezzala sinistra è Strambelli, davanti c'è Bellomo a sostegno di Tulissi per un attacco leggero. Modica presenta il consueto 4-3-3 per la sua rimaneggiata Cavese, priva di Sciamanna, Migliorini e mezza difesa. Nel tridente c'è lo spagnolo Miguel Maza, ex cui Reggio è rimasta nel cuore.

SOLO TULISSI - La prima frazione è sulla stessa scia del passato, con una Reggina guardinga che prova ad innescare Tulissi negli spazi. Proprio il bergamasco crea i pochi pericoli, specie quando pesca bene l'inserimento di Zibert che spreca da pochi passi. Dall'altro lato, Confente deve fare attenzione quando Fella viene pescato in profondità. Cavese sostanzialmente più pericolosa fino all'intervallo, anche il parziale di parità appare giusto.

RESISTENZA - Più combattuta la ripresa. Tulissi viene steso in area al 58', ma per l'arbitro il contatto avviene fuori. Qualche minuto dopo, El Pocho davanti a De Brasi sceglie l'assist per il solissimo Bellomo ma un rimbalzo allunga la traiettoria del passaggio. Sugli sviluppi dell'azione, Tulissi raccoglie in area e centra il palo, dopo essersela però aggiustata col braccio. Modica pesca parecchio dalla panchina, sposta alcune pedine, ma Confente è attento su una conclusione di Favasuli da buona posizione. Poi Silvestri spreca di testa. A quel punto, è Cevoli a risistemare la scacchiera.

LA POLPETTA DEL MISTER – Prima Baclet per Tulissi. Poi Marino per Bellomo, con Strambelli che avanza sottopunta. L'ex Potenza riportato a centrocampo con l'ingresso di Martiniello al posto di Zibert. Nel frattempo, Kirwan finisce giù al limite dell'area dopo l'ennesima percussione, ma l'arbitro fa correre. Al 90', punizione di Strambelli da posizione innocua, con lancio in profondità per le punte di peso: Baclet non ci arriva, ma Martiniello prende il tempo al proprio marcatore ed infila di giustezza. Allo scadere, viene servita l'ennesima polpetta Cevoli-style, con gol decisivo di un subentrato.

DIRETTORE, RESTA CON NOI - Lo 0-1 fa scattare in piedi tutta la panchina, poi viene ulteriormente tirato fuori il carattere per far trascorrere il recupero senza pericoli. La vittoria non basta per riagguantare la zona playoff, servirà dare il massimo nei restanti impegni. Intanto finisce una settimana di riflessione per il direttore generale Vincenzo Iiriti, che avrebbe ponderato di rivedere la propria posizione all'interno della Reggina e non solo.

CAVESE – REGGINA 0-1

Rete: 90' Martiniello

CAVESE (4-3-3): De Brasi; Nunziante (48' Lia), Silvestri, Bacchetti, Ferrara (69' Filippini); Pugliese (48' Castagna), Favasuli, Tumbarello; Rosafio (58' De Rosa), Fella (69' Flores Heatley), Maza. A disposizione: Bisogno, Manetta, Buda, Bruno, Agate, La Ferrara, Dibari. Allenatore: Modica.

REGGINA (3-5-1-1): Confente; Conson, Gasparetto, Solini; Kirwan, Zibert (87' Martiniello), De Falco, Strambelli, Franchini; Bellomo (83' Marino); Tulissi (69' Baclet). A disposizione: Vidovsek, Farroni, Sandomenico, Ciavattini, Pogliano, Procopio, Redolfi. Allenatore: Cevoli.

Arbitro: Arace di Lugo di Romagna

Ammoniti: Tulissi, Flores Heatley, Marino