Catanzaro
 

“La smart city deve perseguire l’obiettivo di alimentare equità e coesione sociale e maggiore trasparenza nei rapporti con la pubblica amministrazione”: i parlamentari Cinquestelle Misiti e Melicchio domani a Roma per un convegno sulla città intelligente.

"Le nuove tecnologiche ormai fanno parte integrante della nostra vita, e, sebbene sembri pleonastico dirlo, possono e devono essere impiegate per raggiungere equità e coesione sociale. Ecco perché ben venga ogni discussione che alimenti un'accelerazione di questi obiettivi". Lo dicono i deputati del Movimento Cinquestelle Massimo Carmelo Misiti e Alessandro Melicchio che domani, martedì 17 aprile, introdurranno un incontro sul tema "La transizione alla smart city. Sviluppo sostenibile, equità e coesione sociale". Nel convegno, che si svolgerà a Roma nella biblioteca della Camera dei Deputati, con inizio alle ore 17,00, si illustrerà in che modo la "smart city", espressione inglese che significa "città intelligente" e che si riferisce ad un ambiente urbano in grado di migliorare la vita dei cittadini grazie all'impiego delle nuove tecnologie, può tradursi in azioni concrete. L'incontro, che si svolgerà sotto l'egida di Movimento Cinquestelle, Università della Calabria, "Smart City Instruments", Centro studi Smart City, Digecoom (Direccion general de cooperacion multilateral), registrerà l'intervento di Gino Mirocle Crisci, rettore dell'Università della Calabria, Natale Arcuri, docente del dipartimento di ingegneria meccanica, energetica e gestionale dell'Unical, Alfredo Sguglio, amministratore "Smart city instruments" spin-off Unical, Antonio Vargas Hernandez, direttore generale per la cooperazione multilaterale Repubblica Dominicana, modera Angelo Macilletti, direttore generale della Camera di Commercio dominico-italiana. "Quando pensiamo – dicono ancora i due parlamentari pentastellati - alla smart city come acceleratore di equità sociale, pensiamo ad una tecnologia che garantisca a tutti i cittadini di ottenere il massimo risultato della opportunità, anche attraverso la facilità di accesso per tutti alle funzioni urbane. Senza dimenticare l'obiettivo di rendere sempre più facili i rapporti tra cittadini e pubblica amministrazione e garantirne una sempre maggiore trasparenza".