Catanzaro
 

A Sersale giornata di sensibilizzazione contro l'omofobia

Una domenica arcobaleno nella cittadina che si affaccia sullo ionio promossa dal movimento "Rinnovando Sersale".

Il partecipato evento "l'amore è amore. Non è un crimine. Manifestazione contro l'omofobia" ha visto la partecipazione di Maria Catanzaro, esponente del movimento Rinnovando, del consigliere comunale Francesco Perri e di Enzo Falbo, segretario del Pd cittadino.

Quest'ultimo, in particolare, ha spiegato come: "Rinnovando è un movimento politico, ma anche culturale. Fare cultura sul tema dei diritti è importante. Ci sono paesi del mondo dove l'omosessualità è punita con la pena di morte, in altri è previsto l'ergastolo. In Italia nonostante l'avanzamento di tutele, il miglioramento e i passi in avanti sono comunque lenti e progressivi, oggi noi facciamo la nostra piccola parte".

Tra i relatori una coppia d'eccezione: Riccardo Cristiano di Liberi.tv e Marco Marchese del direttivo nazionale dell'associazione radicale Certi Diritti, che da poco hanno festeggiato il loro primo anniversario di unione civile, tant'è che hanno colto l'occasione per mostrare ad un pubblico commosso video e immagini della cerimonia che si svolse in un altro comune del catanzarese, Nocera Terinese, celebrata dall'amica Sindaca Fernanda Gigliotti.

Riccardo Cristiano a commento delle proiezioni ha spiegato: "Noi il giorno del nostro matrimonio siamo stati immersi dall'amore dei nostri amici e familiari. E' stata una cosa così naturale. Le parole del ministro Fontana non mi fanno nulla. Non è lui a dover dire se esistiamo o no; è la realtà. Una realtà che non ha nulla di scandaloso. Come dice il titolo di questa iniziativa, l'amore è amore".

Ulteriore testimonianza è stata portata dalla tesoriera di Arcigay Fenice Catanzaro Maria Luisa Mamone che ha ricordato la recente unione civile del segretario Antonio Migliazza con il compagno celebrata a Lamezia Terme: "l'omofobia è paura di qualcosa che non si conosce. Il nostro compito è portare queste testimonianze. Il diritto alla famiglia è un diritto di tutti e queste unioni saranno sempre più all'ordine del giorno, anche in Calabria, fino a quando non faranno più notizia".

A concludere l'evento Alessia Bausone, attivista per i diritti civili, che intervenendo in un lungo discorso ha dichiarato: "Rinnovando Sersale è un movimento oltre che politico e culturale, civico. Di vero civismo. Ma il civismo che cos'è, se non stare a contatto con la propria comunità e farsi carico delle sue specifiche esigenze. Ci sono movimenti che nascono e muoiono il tempo di una campagna elettorale, invece qui abbiamo un gruppo di persone attive permanentemente con attività che vanno dalla sensibilizzazione sulle più varie tematiche attuali, alle informazioni su come impugnare una multa o una cartella esattoriale illegittima. Un vero punto di riferimento per i sersalesi". Per la Bausone: "Tra le varie manifestazioni di omofobia la peggiore è sicuramente quella istituzionale che serpeggia tra amministratori che ancora non si adeguano ai principi di una democrazia aperta, inclusiva, sociale. La lotta alle violenze è una lotta che prescinde dalle appartenenze politiche e religiose, necessariamente trasversale".