Catanzaro
 

Catanzaro, il 15 giugno l’approvazione dell’Apq Comune, Provincia e Regione su sistema metropolitano

Il presidente del Consiglio comunale, Marco Polimeni, sentita la conferenza dei capigruppo, ha convocato i lavori dell'assemblea degli eletti di Palazzo De Nobili. L'aula si riunirà nella sala consiliare della Provincia venerdì 15 giugno, alle ore 10:30, in seduta straordinaria e aperta, per la trattazione di un unico punto all'ordine del giorno: approvazione dell'A.P.Q. fra Comune, Provincia e Regione per il secondo atto integrativo per la realizzazione del sistema metropolitano del capoluogo.

"Sarà una giornata d'importanza assoluta per la città di Catanzaro", ha commentato Polimeni, "la firma dell'accordo di programma è un passaggio epocale per il sistema della mobilità del capoluogo. Mi aspetto che la discussione si svolga con la massima autorevolezza istituzionale da parte dell'intero Consiglio e degli ospiti che parteciperanno ai lavori dell'assemblea. Mi auguro, inoltre, che sia, questa, l'occasione per imbastire un dialogo proficuo fra gli enti coinvolti in considerazione della valenza interistituzionale che riveste la metropolitana di superficie. L'opera sarà infatti il prodotto di una necessaria e costante collaborazione che non si esaurirà nella giornata di venerdì, ma dovrà andare avanti fino alla effettiva messa in funzione dell'infrastruttura e alla sua gestione condivisa".

"L'A.P.Q. fra il Comune, la Provincia e la Regione, – ha aggiunto il presidente del Consiglio – è una delle tante iniziative che, ne sono certo, potrà restituire centralità al capoluogo, non soltanto per gli aspetti relativi al trasporto pubblico, ma soprattutto per la capacità di ricucire la città agevolando la crescita del senso d'appartenenza al territorio. Il sistema metropolitano – ha concluso Polimeni - non servirà esclusivamente a muoversi in maniera più rapida in tutta Catanzaro, ma consentirà anche di realizzare un concetto d'unione e la riconnessione del tessuto urbano fra i quartieri e le tre zone focali del capoluogo: centro storico, area direzionale di Germaneto e Lido".