Catanzaro
 

Catanzaro, Riccio: “Fosso Barbaruzza è il simbolo del fallimento della programmazione comunale in tema di depurazione”

"Se in città c'è qualcosa che può assurgere a simbolo del fallimento della programmazione comunale in tema di depurazione, questo è sicuramente il famigerato fosso Barbaruzza, nel quartiere Lido. Questa mattina, infatti, i tanti cittadini che praticano sport sul lungomare, come spesso accade, sono stati accolti dai miasmi delle acque reflue (fogna) che dal fosso Barbaruzza sversavano sulla spiaggia. Un problema, questo, di sicuro strutturale, tanto da meritare interventi economici urgenti e improcrastinabili a tutela dell'ambiente e della salute pubblica. E se, in verità, ho più volte segnalato il tutto agli uffici e tramite la commissione consiliare lavori pubblici, c'è da dire che, ad oggi, ho registrato uno strano silenzio che sa tanto di "omissione". Ma se, da una parte, non possiamo che invocare l'intervento dell'autorità giudiziaria per dare la sveglia a funzionari e dirigenti "assopiti", dall'altra non possiamo che sottolineare il fallimento dell'amministrazione comunale in tema di depurazione laddove, con il venir meno del famigerato "project financing" per il nuovo depuratore, si è persa anche la possibilità strategica di realizzare il nuovo sistema di collettori fognari di cui la città ha urgente bisogno oramai da diversi anni. Un sistema, insomma, quello della depurazione in città, che fa acqua (pardon, fogna) da tutte le parti e che, soprattutto nel quartiere marinaro, soggetto ad una forte crescita edilizia, rischia di implodere, perché le opere di urbanizzazione risalgono agli anni '60 e '70, e sono quindi assolutamente inadeguate a far fronte alle nuove esigenze di una zona la cui popolazione è più che raddoppiata. Senza voler fare polemiche e cercando di essere costruttivo, auspico un impegno diretto dell'assessore affinché gli uffici programmino a breve, medio e lungo termine interventi risolutivi di una problematica, quella della depurazione, che deve rappresentare una priorità per l'amministrazione. Non ci si può più nascondere dietro improbabili finanziamenti regionali che, a causa dell'inadeguatezza della burocrazia comunale, probabilmente non arriveranno a Palazzo De Nobili". Lo afferma il consigliere comunale Eugenio Riccio.