Catanzaro
 

Catanzaro, metropolitana di superficie: sopralluogo di Polimeni a Germaneto

Il presidente del Consiglio comunale, Marco Polimeni, ha effettuato un accurato sopralluogo nel cantiere principale della costruenda metropolitana di superficie. Accompagnato da alcuni rappresentanti tecnici dell'impresa "MetroFC Scarl", Polimeni ha dunque potuto visionare lo stato di avanzamento dei lavori "di una infrastruttura – ha sottolineato - destinata a rivoluzionare il trasporto pubblico locale del capoluogo sulla base della sostenibilità e del rispetto dell'ambiente".

Gli interventi, in sensibile stato di avanzamento, sono al momento concentrati nel quartiere Germaneto, vero snodo di tutto il sistema metropolitano che collegherà il centro storico all'Università e alla Cittadella, ricucendo il tessuto urbano con i quartieri periferici.
L'area visitata da Polimeni è quella nella quale stanno sorgendo la fermata "Campus" e la galleria artificiale denominata "TG3", che fungerà da imbocco della galleria che condurrà alla valle della Fiumarella.
"Sulla metropolitana di superficie, finanziata con fondi regionali - ha ricordato il presidente - l'amministrazione Abramo sta puntando con forza per riorganizzare il trasporto pubblico che avrà anche il supporto concreto di un sistema di parcheggi, da 32 milioni di euro, che diverrà realtà grazie all'accordo di programma approvato dal Consiglio lo scorso mese di giugno". In quella occasione il sindaco Abramo aveva definito il varo dell'accordo "un buon modello di sinergia fra Comune e Regione".

Per fare in modo che l'apertura di nuovi cantieri non intralci l'attuale sistema viario, mercoledì prossimo, 12 dicembre, in municipio, si terrà un tavolo tecnico fra il responsabile unico del procedimento, la direzione dei lavori, la Polizia locale, il sindaco Sergio Abramo, il vicesindaco Ivan Cardamone, l'assessore ai lavori pubblici Franco Longo, i presidenti delle commissioni consiliari competenti e una delegazione dell'impresa: all'ordine del giorno della riunione, alcuni provvedimenti da adottare in materia di viabilità che sono strettamente collegati ai lavori di realizzazione della metropolitana.