Cosenza
 

“Turismi: sport e natura tra i fiumi Lao e Argentino”, grande successo per il convegno a Orsomarso

Giovedì 20 aprile si è tenuto a Orsomarso, nel cuore del Parco del Pollino, l'interessantissimo convegno dal titolo: "Turismi: sport e natura tra i fiumi Lao e Argentino" che ha registrato la partecipazione del sindaco di Orsomarso, Antonio De Caprio; del presidente dell'ente Parco, Domenico Pappaterra; dell'assessore regionale, Franco Rossi; di Giancarlo Formica, presidente del consorzio Ecotur; del Presidente dell'Arca, Angelo Napolitano; del Direttore scientifico del centro esperienza DidasCalabria "Valle Argentino", Michele Capalbo, del consigliere nazionale FISO, Sandro Passante, e del Direttore T.O. ZonaBluViaggi, Maddalena de Paola. Il Convegno ha consentito di fare il punto su quanto fatto dagli operatori presenti per l'offerta destagionalizzata legata al turismo accessibile, sostenibile e scolastico, ma soprattutto alle grandi potenzialità offerte dalla Riserva di Orsomarso per i tanti appassionati di esperienze turistiche legate a forme di sport-natura e di turismo.

Nel corso del convegno, amministratori e operatori hanno concordato una serie di possibili strategie comuni di sviluppo, dal contratto di fiume agli incentivi al turismo montano, ma soprattutto di eventi, quali la finale interregionale giovanile FISO 2017 e il primo concorso scolastico nazionale dal titolo: "Per una ri-scrittura creativa dell'Orsomarso a scuola" (2018). Alla fine del Convegno tutti i partecipanti si sono trasferiti al Centro "Valle Argentino" per la sua inaugurazione. Si tratta di un nuovo centro servizi nato dal recupero dell'area di una fascinosa segheria dismessa degli anni sessanta, ubicata poco prima dell'ingresso di Orsomarso e a meno di 2 km dal punto d'ingresso alla Riserva orientata del "fiume Argentino". Il Centro si proporrà al turista come luogo di partenza per scoprire il carattere autentico dell'eco-sistema "Pollino", con le sue montagne, i suoi sentieri, le sue tante risorse naturalistiche. Qui sarà possibile praticare Orienteering, Arrampicata, Bike, Trekking, ma anche fare vivere ai ragazzi o agli studenti innovative esperienze sul campo di educazione naturalistico-ambientale, all'insegna dell'imparare facendo, grazia alla presenza del Centro Esperienza Didascalabria. Un altro importante tassello dunque, è stato posto per fare vivere al meglio la Riserva e il Parco ai tanti turisti che visiteranno la Riviera dei Cedri quest'anno.