Cosenza
 

La lettera di don Franco Liporace: "Su Santuario Madonna della Grotta non si vuole affrontare il problema"

Riceviamo e pubblichiamo:

Non voglio passare né per sobillatore, né per Ponzio Pilato. Quello che sta succedendo mi rammarica, perché, a prescindere dal mio ruolo, viene calpestata la mia dignità.

 

Nell’ennesima polemica scoppiata in questi giorni, intorno al Santuario Madonna della Grotta, devo purtroppo constatare che non si vuole affrontare il problema, ma si continua a giocare sulla pelle dei parroci e dei fedeli.

I miei parrocchiani stanno vivendo un periodo di sofferenza. Ogni giorno raccolgo il disappunto per la scelta di dividere la parrocchia dal Santuario. Nonostante tutto, ho sempre accettato questa decisione, perché sono obbediente alle scelte del mio Vescovo, a cui ho sempre dimostrato fedeltà; di contro, però, non sono responsabile delle proteste di alcuni fedeli, perché né sono di mia proprietà, né posso zittirli. Fatto sta, che sono stato lasciato solo in questa difficile situazione e la mia dignità è stata fin troppo lacerata, compresa quella di altri. Ho taciuto, anche troppo, nonostante le calunnie gratuite che mi sono giunte e che ho donato al Signore nella preghiera. Adesso è giunto il momento di dire basta. Ogni mattina non posso alzarmi con la preoccupazione che ci sia qualche articolo di giornale, i cui risvolti finiscono per accentuare sempre e solo polemiche. Ho sempre invitato al dialogo e alla comprensione; mi sono sempre fatto mediatore tra i fedeli e il Vescovo, ma le proteste non sono terminate. Di questo mi dispiace, ma non posso essere considerato responsabile di questa situazione.

 

La mia persona e la mia comunità sono continuamente oggetto di segnalazioni che giungono in diocesi. Segnalazioni false, che non ho più intenzione di sopportare. Si fomenta la zizzania e questa comunità, già fortemente provata, ha bisogno di pace.

 

Mi auguro, rinnovando la mia disponibilità e il mio desiderio alla comunione e al dialogo con tutti, che queste parole orientino alla ricerca della verità e non fomentino altre inutili polemiche. Inoltre, spero che aiutino tutti ad assumere toni distensivi, che ci rendano nuovamente un popolo unito, in cammino verso Dio, sotto lo sguardo benevolo della Vergine Santissima della Grotta, nostra patrona.

 

Don Franco Liporace 

Parroco della “Parrocchia S. Maria della Grotta” di Praia a Mare