Cosenza
 

Castrovillari (Cs), la giunta municipale vara la partecipazione al bando nazionale del ministero dell’interno Giovani per il sociale

"Nell'ultima riunione della Giunta municipale di Castrovillari abbiamo deliberato una partecipazione di partenariato al Bando Giovani per il Sociale, pubblicato dal Ministero dell'Interno/Dipartimento Gioventù e Servizio Civilededicato all'attuazione di politiche inclusive proprio in favore dei giovani delle regioni del Sud Italia".

Lo comunica l'Amministrazione comunale, ricordando tra l'altro che "l'azione si muove nell'ambito di quegli obiettivi che portiamo avanti come da programmaper attivare interventi diretti a ridurre il fenomeno dell'esclusione sociale in tutte le sue forme e quando si riveli più determinante- come richiede il Bando- nella fascia d'età compresa tra i 14 e 35 anni."

"La presentazione all'Avviso- viene precisato- è avvenuto dopo la sottoscrizione di un apposito accordo di partenariato con una cooperativa del Territorio, capofila del progetto a più voci, che aveva proposto l'idea meritevole d'attenzione e che si sposa con le attenzioni che stiamo sviluppando a servizio del sociale.

"L'azione, in particolare – spiega l'Amministrazione comunale-,prevede interventi tesi alla diffusione della legalità attraverso l'impegno civico e la partecipazione attiva nelle problematiche sociali, oltre la cooperazione in attività di sostegno alle fasce deboli; la promozione di attività che avvicinino i giovani alle istituzioni, nonché interventi innovativi per la valorizzazione delle culture e tradizioni senza perdere di vista il dialogo tra le identità culturali, e prendendo a cuore la diffusione delle nuove tecnologie negli ambiti occupazionali e sociali sino a promuovere la cittadinanza europea ele opere per favorire pure lo sviluppo dei diritti della persona , delle pari opportunità e di trattamento e ,non per ultima, la prevenzione e rimozione di ogni forma e causa di discriminazione."

"Fattori, tutti- ribadiscono gli amministratori-, su cui siamo impegnati ed abbiamo caratterizzato la nostra gestione, consapevoli che la crescita diffusa parte da questa tensione inclusiva dei più deboli e fragili per i quali la politica ha grande responsabilità ed oggi, più che mai, in un Tempo difficile per l'esistenza umana, sempre più battuta da egoismi esasperati, dannosi per il bene comune e la vita di ciascuno".