Cosenza
 

Tratto statale 18 a Campora San Giovanni, Arnoni (IdM): "Anas intervenga al più presto per migliorare percorribilità"

«In merito alla problematica della percorribilità della statale tirrenica 18, in particolare nel tratto di Campora San Giovanni, occorre una rapida soluzione da parte di Anas per ristabilire sia pure momentaneamente una circolazione più fluida, visto l'avvicendarsi della stagione estiva e, pertanto, visti i gravi disagi agli automobilisti specie nel corso dei fine settimana. Bisogna infatti rimuovere al più presto la presenza dell'impianto semaforico e la circolazione a senso unico alternato, che creano lunghe code su tutto il tratto costiero, provocando anche ingenti danni economici agli operatori del settore turistico del comprensorio del basso tirreno. Successivamente, al termine della stagione estiva, occorre però costituire un tavolo tecnico tra Regione, Anas, Comune di Amantea e se necessario Ferrovie dello Stato, per pensare ad una soluzione definitiva su quel tratto di strada, e magari ad un intervento più importante con una variante alla strada. Non è tollerabile infatti che ogni anno vi siano interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione, con conseguente inutile sperpero di denaro pubblico, sempre sullo stesso tratto stradale, troppo vicino la costa e colpito ormai annualmente da sempre più frequenti eventi di mareggiate. L'Anas dovrà dimostrare concretamente di avere cura anche per la viabilità calabrese, pensando a opere infrastrutturali serie e durature, nell'interesse della collettività, a grandi investimenti economici, come avviene per esempio in altre regioni del paese. Mentre purtroppo alle nostre latitudini, siamo abituati ai soliti interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione, e/o di ripristino e riammodernamento, proprio in quei periodi dell'anno strategici e di volano per il turismo calabrese, che creano code chilometriche a causa di una scarsa organizzazione da parte dell'Anas (su alcuni lavori che ad esempio potrebbero benissimo essere svolti di notte, o per impianti semaforici non presidiati da alcun operatore almeno durante i weekend, per cantieri di diversi chilometri che interessano pochi tratti di lavori) e per scarsa certezza dei tempi. La nostra è una regione che ha subito e continua a subire da anni enormi disagi sul fronte della viabilità, basti pensare alle deviazioni e le lunghe code dei giorni scorsi per la presenza di diversi e contemporanei cantieri da Nord a Sud, da Est a Ovest, sull'Autostrada del Mediterraneo (eternamente incompleta, dopo anni di attese e disagi, nonostante le pompose inaugurazioni di qualche anno fa), sulla statale 107 Silana – Crotonese, e sulla stessa Statale 18 Tirrena Inferiore, con impianti semaforici non presidiati nemmeno durante i festivi. Ci auguriamo, pertanto, che tutti questi cantieri vengano presto rimossi e che si ritorni alla normalità prima del grande esodo estivo, in una Regione a grande trazione turistica», è quanto si legge in una nota trasmessa dall'Avv. Michele Arnoni, "Italia del Meridione" di Cosenza.