Cosenza
 

“Un’AltraRogliano”: “No alla perdita dell’ufficio del Giudice di Pace”

"Il gruppo di "Un'Altra Rogliano", chiede garanzie e maggior impegno alla maggioranza di governo del paese.

Non è assolutamente giustificabile la posizione assunta dall'avversa parte politica, che in 2 anni di amministrazione ha celato la situazione ai residenti e nulla ha fatto per evitare la perdita dell'ennesimo servizio.

Rogliano, ormai da troppo tempo subisce l'onta della scarsa rappresentanza territoriale in tutte le sedi, ma in questa circostanza, le responsabilità sono da imputare ad un difetto di programmazione e di collaborazione con le altre amministrazioni locali, seppure di identico colore politico.

E' evidente che il pensionamento del personale qualificato era già in agenda, in previsione di ciò, bisognava adoperarsi con ampio anticipo in modo da arrivare preparati all'evento. Non è stato così, purtroppo, però bisogna pensare a soluzioni immediate, lasciando da parte almeno per il momento le inevitabili critiche.

Difatti, l'ufficio del Giudice di Pace, allocato nelle stanze del Municipio, porterebbe un enorme beneficio al commercio locale, alla luce pure della recente riforma di cui al d.lgs. 116/2017, che amplierà le competenze di detta autorità giudiziaria.

Nell'ultimo ventennio la zona a sud di Cosenza ha perso di vitalità ed importanza, con un'emorragia costante di servizi che sta acuendo la crisi ed incrementando la propensione all'emigrazione.

Il Savuto, non può più rinunciare ad altri presidi di importanza anche strategica per l'economia locale, si intenda tanto il GdP quanto il CNR, altrimenti il declino sarebbe inevitabile!!

Ciò detto, occorre ormai avere una visione d'insieme dell'area a sud di Cosenza, non è più possibile pensare ad un territorio diviso da campanilismi e personalismi, non è più il momento delle glorie individuali, urge pensare al popolo, specialmente ai nostri giovani ed i tanti cittadini in cerca di occupazione.

Solo un Comune Unico può competere con la spinta accentratrice delle grandi città collocate a nord. Siamo pronti ad offrire la nostra massima collaborazione per risolvere le problematiche sopra individuate.

Riguardo al CNR vista la disponibilità espressa dalla proprietà dello stabile di accettare una riduzione del canone di locazione, è evidente l'intento politico della manovra, uno scippo a cui noi ci opponiamo con forza, pertanto siamo pronti a combattere in tutte le sedi al fianco ai sindaci della zona.

Vorremmo che gli stessi Sindaci lottassero allo stesso modo per la difesa e la tutela dell' Ospedale Santa Barbara di vitale importanza per tutti i Comuni del hinterland!

Con riferimento al GdP, la formazione del nuovo personale, proveniente anche da altri enti locali, potrebbe essere affidata agli attuali dipendenti prossimi alla pensione, da impiegare temporaneamente come consulenti esterni.

Il pensionamento di quest'ultimi, comporterà un abbattimento dei costi, che andrebbero quindi a finanziare i compensi per i nuovi impiegati; per quanto concerne invece i costi di consulenza, le coperture economiche porterebbero derivare, per esempio, da un abbattimento dei costi di giunta e del consiglio comunale. Sveglia". Lo afferma "Un'Altra Rogliano".