Cosenza
 

Rende (Cs) tra i primi comuni del Sud nella rigenerazione dei beni comuni in collaborazione con i cittadini

"Il Comune di Rende è tra i primi comuni del Sud Italia ad aver approvato il Regolamento comunale sulla collaborazione tra cittadini e comune per la cura e la rigenerazione dei beni comuni" afferma a gran voce il primo cittadino di Rende Marcello Manna. La notizia è stata annunciata durante la speciale giunta comunale tenutasi ieri presso il Liceo Classico "Gioacchino da Fiore" di Rende. Ennesima buona notizia che continua a tessere la tela della coesione sociale e della collaborazione, per la prima volta, tra le istituzioni i cittadini. "Era quanto sognavamo all'inizio del mio mandato: far diventare la casa comunale di vetro, vestirla di trasparenza e porre il cittadino al centro di ogni azione politica e, soprattutto, partecipe della vita amministrativa di Rende. Questo sogno, iniziativa su iniziativa, impegno su impegno, è diventato concreta realtà; dapprima con il Laboratorio di Cittadinanza Attiva e, adesso, con l'approvazione di questo importante regolamento sui Beni Comuni che continuerà a rendere il cittadino protagonista" ha continuato il sindaco Manna. Con l'adozione di questo regolamento, i singoli cittadini o associazioni sociali o di natura imprenditoriale, diventano gestori e utilizzatori dei beni materiali, immateriali e digitali che sono funzionali all'esercizio dei diritti fondamentali della persona, al benessere individuale e collettivo. Cura e rigenerazione di aree verdi, piazze, strade, interventi volti alla conservazione e manutenzione per migliorarne le qualità e la fruibilità, ma anche pubblicazione di contenuti multimediali su spazi internet messi a disposizione dal comune. Queste le attività che disciplina questo patto di collaborazione. La funzione di gestione della condivisione dei beni comuni con i cittadini attivi è prevista nell'ambito dell'organizzazione del Comune.