Cosenza
 

Amantea (Cs), il 22 giugno al Comune una giornata di sensibilizzazione dedicata alla prevenzione delle patologie tumorali

Una giornata di sensibilizzazione dedicata alla prevenzione delle patologie tumorali quella in programma per il prossimo 22 giugno 2018 , alle ore 18:30, presso la sala consiliare del comune di Amantea.

L'incontro si prefigge l'obiettivo di generare consapevolezza intorno al fondamentale ruolo assolto dalla prevenzione nella battaglia contro le patologie oncologiche.

Una campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini e che si concretizzerà mediante l'erogazione di prestazioni consistenti in esami finalizzati alla prevenzione delle patologie tumorali, portata avanti con determinazione dal direttore del distretto sanitario Tirreno, Angela Riccetti, volta migliorare la qualità della vita dei cittadini.

All'incontro parteciperanno, inoltre, il sindaco di Amantea Mario Pizzino; Enzo Giacco, delegato al poliambulatorio; il direttore generale Raffaele Mauro; Franco Iacucci, presidente della provincia di Cosenza; la sociologa Asp CS Franca Santelli; Anna Giorno, responsabile dell'Osservatorio screening Asp CS; Mauro Maglia, gastroenterologo; l'infermiere Pietro Vaccaro dell'Ufficio screening Asp CS; Antonio Lopez, responsabile della radiologia del distretto Tirreno; il radiologo Francesco Lanzone; la responsabile consultorio familiare di Amantea, Carmela Sesti ed il gastroenterologo dell'Ospedale di Praia a Mare Antonio De Lio.

"La promozione della prevenzione attraverso l'offerta di attività di screening diretto – sottolinea Angela Riccetti, direttore del Distretto sanitario Tirreno - può produrre beneficio in termini umani per la popolazione ed economici per il sistema sanitario; ma soprattutto può salvare vite".

Un approccio attento al tema della prevenzione, dunque, nato dalla positiva sinergia tra l'azienda sanitaria e l'amministrazione comunale che, insieme, hanno ideato e messo in atto un progetto di assoluto pregio. L'iniziativa vuol essere segno tangibile di una sanità sempre più vicina alle esigenze dei cittadini ed attenta anche alle situazioni di disagio economico che, talvolta, impediscono la fondamentale attività di screening. Un'iniziativa lodevole che arricchisce il territorio, migliorando l'offerta sanitaria.