Cosenza
 

Il Comune di Cosenza fornisce i dati: "In crescita presenze turistiche dal 2015 al 2017"

cosenzacentrostorico 500Sono stati oltre 165 mila gli arrivi e 324 mila le presenze che hanno caratterizzato il movimento dei flussi turistici nella città di Cosenza dal 2015 al 2017, con un periodo medio di permanenza di 1,96 notti. È quanto emerge da un'analisi dei flussi turistici e dell'appeal dei siti culturali realizzata dall'Osservatorio Turistico Comunale affidato al coordinamento scientifico di Demoskopika. Il movimento turistico, secondo quanto stimato, genererà una spesa complessiva di 7,4 milioni di euro, dato in crescita del 3,7% rispetto al 2017. E, intanto, la stagione estiva dovrebbe segnare un +14,5% con la previsione di oltre 18 mila arrivi. Numeri che, secondo l'amministrazione comunale, spingono a realizzare e promuovere sempre maggiori servizi turistici, come la realizzazione della mappa turistica.

"Cosenza non è mai stata una città a vocazione turistica - ha dichiarato il sindaco Mario Occhiuto - ma ha grandi potenzialità. Abbiamo valorizzato le risorse storiche e creato progetti di produzione culturale innovativi in modo da ampliare le potenzialità della città, che dimostra di essere viva e in fermento". "Nuovi sono i servizi che presentiamo - ha aggiunto l'assessore al Turismo e al Marketing territoriale Rosaria Succurro - ai tanti turisti, a partire dalla mappa tascabile dove sono segnalati i punti d'interesse, di attrazione ma anche quelli legati all'accoglienza. Un modo per il turista di sapersi orientare in città in maniera anche minuziosa e dettagliata". Tra i servizi presentati, anche una mappa interattiva offline, che una volta scaricata si può utilizzare anche senza la connessione internet, e un portale turistico. "La costruzione della mappa - ha spiegato Succurro - ha interessato ristoratori, tour operator, attività alberghiere e le guida, questo fa sì che la mappa sia diventata un vero e proprio progetto di divulgazione della città stessa, che la rende unica nel suo essere".