Cosenza
 

Cetraro Summer Fest, Massimo Ranieri chiude il Festival del Mediterraneo

Dopo il grande successo di pubblico per il concerto di Peppino Di Capri, il Festival del Mediterraneo, appuntamento del cartellone Cetraro Summer Fest, saluta con un altro grande artista: Massimo Ranieri che si esibirà nel suo "Sogno o son desto 400 volte" martedì 14 agosto al Porto turistico a partire dalle ore 22.

"Sogno e son desto" è un titolo giocoso e provocatorio, un inno alla vita, all'amore e alla speranza. Continua così il viaggio affettuoso, spettacolare e sorridente attraverso grandi canzoni, racconti popolari e colpi di teatro. I protagonisti, ancora una volta, non saranno i vincitori o le imprese degli eroi ma i sognatori e la vita di tutti noi. Nel duplice ruolo di attore e cantante, Ranieri porterà in scena il teatro umoristico e le più celebri canzoni napoletane. E naturalmente non mancheranno, accanto ai suoi successi, novità musicali e sorprese teatrali proposte con la formula che nelle precedenti edizioni ha già conquistato le platee di tutta Italia.

Domenica 12 agosto Peppino Di Capri e la Stefano Palatresi band hanno riempito il Porto turistico e regalato grandi emozioni musicali al pubblico con il repertorio del cantante partenopeo fatto da sessant'anni di musica e successi. Emozioni anche per Peppino Di Capri davanti ad un pubblico così partecipe ed innamorato delle sue canzoni.

Il Festival del Mediterraneo è collocato all'interno del cartellone di Cetraro summer fest si realizza con la partecipazione della Regione Calabria – Assessorato alla Cultura, grazie al sostegno del consigliere regionale Giuseppe Aieta, al sindaco di Cetraro Angelo Aita. Molto importante è stata, inoltre, la collaborazione della Pro loco di Cetraro e del Gruppo Monte Carlo. Cetraro summer fest, di cui Francesco Occhiuzzi è il direrttore artistico, racchiude gli eventi che caratterizzano l'estate cetrarese da tempo e, soprattutto, punta ad esaltare il valore della "Settimana della Cultura benedettina" un progetto voluto dall'Assessorato comunale alla Cultura, guidato dal vicesindaco Fabio Angilica, che comprenderà anche un ciclo di incontri e dibattiti sulla influenza che la cultura benedettina ha avuto nella società italiana ed europea.