Cosenza
 

Cosenza, Corbelli regala a Padre Fedele abiti per poveri, bambini e bisognosi

Ancora una volta Franco Corbelli, leader del Movimento Diritti Civili, ha voluto essere vicino ai poveri e ai bambini bisognosi(nostri e immigrati) della città che Padre Fedele, da sempre, assiste e aiuta quotidianamente insieme ai suoi due storici collaboratori, Teresa Boero e Giovanni Valentino. Questa mattina Corbelli, davanti alla sede del Paradiso dei Poveri, in via Romualdo Montagna a Cosenza, ha consegnato a Padre Fedele un grosso carico, centinaia di capi di abbigliamento, di marca, abiti, vestiti, giacche, maglioni, camicie, pantaloni, yeans, felpe e completini estivi, autunnali e invernali per i poveri e i bambini/e che avranno così un indumento adeguato da indossare per ogni stagione, pensando in particolare al prossimo inverno. Sono oltre 30 anni che Corbelli è vicino e aiuta Padre Fedele, negli ultimi anni gli ha consegnato molte volte degli aiuti alimentari, vestiti e piccoli contributi finanziari; in più occasioni carichi di prodotti alimentari(quintali di pasta, riso, latte e altri prodotti), una grande quantità di abiti pesanti e coperte per l'inverno, pacchi dono per Natale, e, poco più di un anno fa, nel maggio 2017, il regalo di quintali di latte che sono stati distribuiti ai poveri ogni lunedì pomeriggio davanti alla sede cosentina dell'Associazione del frate missionario. Ma il regalo più bello è stato certamente i due dignitosi container della Protezione Civile regionale che Corbelli, due anni fa, quale delegato della Regione per i Diritti Umani, ha, grazie all'aiuto del capo di Gabinetto della Presidenza della Giunta Regionale, Gaetano Pignanelli, e al dirigente della Protezione Civile, Carlo Tansi, fatto arrivare, con due tir, da Catanzaro a Cosenza e fatto installare in via degli Stadi, nell'area di Calabria Verde, ex Afor. Grazie a queste due container, operativi tutto l'anno, riscaldati d'inverno e con i ventilatori d'estate, con i bagni e anche un televisore, nessun clochard è morto per strada per il freddo negli ultimi due anni. Corbelli nei primi mesi si è anche fatto carico di pagare un custode per la notte per i due container e anche le spese per alcuni piccoli interventi e riparazione di guasti elettrici.

Questa mattina la nuova consegna di centinaia di indumenti, giacche, camice, completini, quasi tutti nuovi e di marca, per un valore complessivo di molte migliaia di euro. Capi di abbigliamento in parte ricevuti da alcuni benefattori e per la maggior parte regalati da Corbelli. "Oggi sono particolarmente contento. Ho potuto ancora una volta aiutare, grazie anche ad alcuni benefattori che mi hanno dato una parte dei capi di abbigliamento che ho consegnato oggi, tanti poveri e tanti bambini/e bisognosi, ha detto Corbelli. I poveri non vanno in vacanza. E noi oggi, con questo gesto, abbiamo voluto ancora una volta, anche a Ferragosto, essere a loro vicini. Ringrazio Padre Fedele, Teresa Boero e Giovanni Valentino che mi hanno dato questa possibilità di poter dare, anche in questa occasione, il mio modesto aiuto a queste persone povere e sfortunate. Come faccio, con passione e soddisfazione, da una vita, continuerò ad aiutare Padre Fedele, i poveri, gli immigrati, i cosiddetti ultimi, che per me resteranno sempre i primi". Padre Fedele ha, con belle e commoventi parole, ringraziato Corbelli e ha annunciato che alcuni di questi capi di abbigliamento saranno subito dati ai poveri in occasione della messa che sarà celebrata, tra pochi giorni, per ricordare Marco, lo sfortunato romeno scomparso recentemente.