Cosenza
 

Vena (Associazione Fidelitas): “Ripulire la spiaggia di Schiavonea dai rifiuti”

Il Presidente dell'Associazione Fidelitas, capitanata dall'avvocato Giuseppe Vena, dopo aver ricevuto varie segnalazioni, dai concittadini, circa l'immondizia riposta lungo vari tratti di spiaggia ("libera", quindi, a diposizione di tutti gli avventori) ubicata nella frazione Schiavonea , ex Corigliano, precisamente all'altezza di alcuni noti lidi balneari, si è mobilitato per richiedere, nell'interesse collettivo, la pulizia della spiaggia.

Ha spiegato l'avvocato Giuseppe Vena che "alcuni tratti di spiaggia si presentano ricolmi di rifiuti di ogni genere (bottiglie di vetro , plastica , carte etc) addirittura, in parte, avvolti in rete da marinaio e sotterrati nella sabbia.

Non solo come Presidente della Fidelitas ma , soprattutto, come cittadino e contribuente , sono indignato ed amareggiato per come non venga ad essere rispettato e tutelato il nostro territorio marino ( su cui invece, si dovrebbe maggiormente investire, per favorire l'incremento del turismo e lo splendore del territorio).

Inoltre, a seguito del trascorso ferragosto - sempre per mano umana, incivile - molti tratti di spiaggia, di tutto il lungomare, si presentano ricolmi di immondizia abbandonata , sia in buste di plastica ( senza l'applicazione della differenziata) o disseminata in libertà, ovunque".

A nome degli associati Fidelitas, nonchè dei cittadini del territorio, l'avvocato Giuseppe Vena si è rivolto al Commissario Prefettizio , chiedendo di intervenire, immediatamente, con gli uomini ed i mezzi pubblici, per far ripulire il tratto di costa.

Al contempo, l'avvocato Giuseppe Vena ha chiesto al Commissario Prefettizio "di interfacciarsi con il Comando della Polizia Municipale e formulare un ordine di servizio, affinchè vengano ad essere impiegate molte unità a monitoraggio del tratto balneare del borgo marinaro; ed eventualmente, che vengano ad essere irrogate aspre sanzioni verso i trasgressori, che imbrattano e maltrattano il territorio".