Cosenza
 

Cosenza, il Movimento 5 Stelle: "No forzature abbattimento ex Jolly Hotel"

I parlamentari del M5s, Margherita Corrado, Nicola Morra e Anna Laura Orrico hanno scritto al Nucleo tutela patrimonio culturale dei Carabinieri di Cosenza per sollecitare una "attenta vigilanza, e, ove mai occorra, il vostro intervento, sulle attività in corso nel centro storico di Cosenza, nel cantiere dell'ex 'Jolly Hotel'". Corrado, Morra e Orrico chiedono attenzione sulla vicenda inn relazione, proseguono, alle "reiterate dichiarazioni pubbliche del Sindaco di voler procedere all'abbattimento dell'ex 'Jolly Hotel' a dispetto della mancata pronuncia della Commissione Regionale per il Patrimonio Culturale sull'edificio, basate sul falso presupposto di poter agire ad libitum perché eletto con il 60% dei consensi; apertura del cantiere in data anteriore all'acquisizione di tutte le autorizzazioni richieste per l'esecuzione del progetto, se è vero com'è vero che, alla stizzita dichiarazione del Sindaco che dette autorizzazioni ci sono, non è seguita, ad oggi, la loro esibizione; esclusione esplicita da parte della Provincia di Cosenza, nel parere favorevole all'intervento complessivo proposto dal Comune della parte riguardante la Sistemazione delle sponde fluviali in corrispondenza dell'edificio del futuro museo, con la grave motivazione dell'assenza di 'un'adeguata rappresentazione progettuale; Bocciatura della 'sistemazione dell'alveo fluviale con briglie di cemento' anche da parte del Soprintendente Abap e mancata attivazione del tavolo tecnico tra Amministrazioni (Mibact, Provincia, Comune) richiesto dal Soprintendente". Per i parlamentari del M5s "si rende indispensabile il vostro vigile interessamento affinché nessuno, facendo leva sul suo ruolo istituzionale, eserciti pressioni sulla ditta appaltatrice forzandole la mano né pensi, anticipando i tempi, di potere aggirare impunemente le regole che scandiscono la vita civile nel nostro Paese".