Cosenza
 

Il 15 ottobre è “Babyloss”, Giornata Mondiale della consapevolezza sul lutto perinatale. A Cosenza ci si incontra alla Casa delle Culture

Non si parla mai abbastanza di morte perinatale, eppure i numeri non sono di poco conto: 1 nascituro ogni 250/300, nati nei paesi industrializzati, 10 volte la frequenza della morte in culla; in Italia ogni anno 2.500 famiglie perdono il loro bambino nell'ultimo trimestre di gravidanza o nei primi giorni di vita.
In tutto il mondo ottobre è il mese del ricordo e della consapevolezza sulla morte in gravidanza e dopo il parto. In questo periodo le associazioni di volontari che sostengono i genitori promuovono una serie di attività e di iniziative per favorire il confronto e la condivisione.
Ma c'è una giornata in particolare, il 15 ottobre, dedicata alla Consapevolezza, al termine della quale, accendendo una candela in memoria di tutti i bambini, si dà vita all'Onda di Luce.

A Cosenza, per il quinto anno consecutivo sono le volontarie e i volontari di Mammachemamme, CiaoLapo Onlus e il Gruppo di Automutuoaiuto Parole in ConTatto ad incontrare genitori, operatori e tutti coloro che vogliono conoscere le attività delle associazioni e ricordare i bambini e le bambine che ci hanno lasciato troppo presto. È il "Babyloss 2018", che si terrà alla Casa delle Culture, nella bellissima cornice del centro storico della città, nella giornata mondiale della consapevolezza sul lutto perinatale, ancora una volta sostenuta dall'Amministrazione comunale di Cosenza.
Diverse le attività e i momenti di condivisione, ascolto ed incontro, a partire dalle ore 16.30, con il saluto delle istituzioni; alle 17.00 la proiezione del documentario "Gli equilibristi", che racconterà la storia personale dei registi e di altri genitori colpiti nelle loro vite dalla morte di un figlio durante la gravidanza, seguita da un dibattito; alle 17.30, ci sarà la presentazione del testo per operatori "Assistere la morte perinatale" di Claudia Ravaldi e del Progetto Memory Box di CiaoLapo Onlus; alle 18.00, la presentazione e distribuzione del nuovo volantino sui movimenti fetali e alle 18.30 la lettura di brani dall'antologia 'Kintsugi - le gravidanze successive a un lutto perinatale'. Infine, alle 19.00, si accenderà l'Onda di luce con il lancio dei palloncini. Il giornalista Antonio Sergi sarà guida dei diversi momenti dell'evento. È previsto anche uno spazio di accoglienza e gioco per i bambini e le bambine, un Family Pit Stop per cambio pannolino e allattamento, e uno spazio Unicef. Durante l'evento sarà possibile, inoltre, visitare la mostra di disegni delle bambine e dei bambini dal titolo "Un ponte tra cielo e terra". Per promuovere la Giornata, il Comune di Cosenza anche quest'annno illuminerà la Confluenza di rosa e azzurro.
Le altre istituzioni, enti ed associazioni a sostegno: Provincia di Cosenza, Unicef, Ordine degli Psicologi della Calabria, Collegio Provinciale Delle Ostetriche Cosenza, Ordine Provinciale Medici Chirurghi E Degli Odontoiatri di Cosenza e CSV Cosenza.