Cosenza
 

Crosia (Cs), il sindaco convoca un tavolo istituzionale su ex Lsu-Lpu

Vertenza lavoratori del bacino ex LSU/LPU, il sindaco di Crosia, Antonio Russo, ha convocato per il prossimo Venerdì 23 Novembre 2018, alle ore 10.30, presso il Palateatro "Carrisi" di Mirto, un tavolo istituzionale volto a dare sostegno ai lavoratori e ad elaborare una proposta istituzionale che parta da questo territorio e dia un forte segnale di coesione tra Comuni in questa vicenda.
All'incontro sono stati invitati a partecipare il Commissario di Corigliano-Rossano, il prefetto Domenico Bagnato, i Sindaci dei comuni del territorio della Valle del Trionto e del Basso Jonio cosentino (Bocchigliero, Calopezzati, Caloveto, Campana, Cariati, Cropalati, Longobucco, Mandatoriccio, Paludi, Pietrapaola, Scala Coeli e Terravecchia) e le Organizzazioni sindacali.
"In vista della scadenza del 31 dicembre prossimo – dice Russo - dei contratti dei lavoratori ex LSU/LPU, ad oggi pare non ci siano ottimistiche previsioni volte alla risoluzione della ultraventennale. Credo, pertanto, che i Sindaci debbano sostenere la battaglia lavorativa di questi operatori che, negli anni, sono divenuti indispensabili nell'economia gestionale dei nostri comuni".

"Il rischio di perdere una risorsa lavorativa così importante per i nostri Enti – aggiunge - a causa di mancanza di politiche occupazionali virtuose e lungimiranti, ci muove, non solo istituzionalmente ma anche moralmente, a dare supporto di idee e proposte mirate alla loro definitiva stabilizzazione. Per fare questo è necessario che i Primi cittadini, primo avamposto dello Stato sui territori e pertanto ricettori dei bisogni e delle esigenze dei cittadini, condividano una linea comune da adottare in previsione della scadenza di contratto in modo da non rimanere soli di fronte ad un problema così importante per il futuro dei lavoratori precari".
"Pertanto – conclude il sindaco di Crosia – ho ritenuto opportuno farmi promotore di un tavolo istituzionale che, innanzitutto, porti solidarietà ai lavoratori ma che sappia partorire anche una proposta unitaria che parta da questo territorio e che dia un forte segnale di coesione tra Comuni".