Cosenza
 

Cosenza, D’Ippolito (FdI): “Sempre impegnati a sostenere i principi della libera concorrenza del mercato”

"Rileviamo come la interessante proposta della Consigliera Comunale di Cosenza Positiva-Fratelli d'Italia nonché Presidente della Commissione Attività Economiche e Produttive, Annalisa Apicella, stia animando finalmente il dibattito. Mi preme evidenziare che il "tentativo" di avanzare proposte politiche su una limitazione del commercio non riguardasse assolutamente il centro storico. Anzi. Il Centro Storico, nella proposta della consigliera Apicella, è escluso da eventuali limitazioni proprio perché ancora sparuti sono i locali aperti e perché ogni limitazione introdotta in passato nel centro storico ci ha visto perplessi.

L'idea partiva da una valutazione fortemente positiva della crescita ottenuta in città grazie all'ottimo lavoro dell'Amministrazione e della maggioranza che siede in consiglio comunale e che ha il compito di elaborare contenuti politici.

Il gruppo comunale da me presieduto è da sempre impegnato a sostenere i principi della libera concorrenza del mercato quale regolatore dei meccanismi economici. E d'altronde non avrebbe senso proporre qualcosa dicontrario ai principi della libera concorrenza, attesa l'esistenza della direttiva Bolkestein, recepita in Italia appunto con il D. Lgs n.59 del 2010. Il TAR del Veneto, adito sul punto da un imprenditore che chiedeva venisse annullata la delibera del Comune di Assago sui parametri e criteri di programmazione per il rilascio delle autorizzazioni per l'esercizio delle attività di somministrazione di alimenti e bevande, si è espresso in maniera favorevole alla programmazione del Comune di Assago che aveva interdetto le zone centrali del territorio al rilascio di nuove autorizzazioni.

L'idea avanzata dalla Presidente Apicella nasceva, in spirito altamente propositivo, da un concetto di tutela di Corso Mazzini e dell'area limitrofa che è la sede del MAB, e non di una qualunque piazza o strada della città. Essendo ancora lungo il mandato amministrativo dell'Amministrazione di cui rivendichiamo l'appartenenza, la proposta andava nella direzione di rendere ancor più bella e ordinata il salotto buono della città su cui tante risorse sono state investite.

D'altro canto, nel reciproco rispetto dei ruoli, la città va governata anche con proposte, idee e iniziative che possono in un primo momento apparire delle novità ma che in Italia esistono già da un po'". Lo afferma il Capogruppo di Fratelli d'Italia Giuseppe D'Ippolito.