Cosenza
 

Amministrative, il Patto Civico per Cassano scende in campo: Lombardi candidato a sindaco

Ha individuato i punti cardine del programma e proposto un candidato sindaco che l'assemblea ha poi fatto propri all'unanimità, con un applauso che segna l'inizio della corsa.

Il Patto Civico per Cassano prende forma e consistenza, definendo i capisaldi programmatici della propria azione politica ed indicando l'avvocato cassazionista Francesco Lombardi a candidato sindaco in vista delle elezioni del prossimo Novembre. La scelta è maturata in coda agli approfondimenti svolti dai gruppi di lavoro nati per effetto della convergenza di associazioni, movimenti e gruppi politici di varia estrazione, che dopo un percorso protrattosi per diverse settimane avevano convenuto di rinunciare a bandiere ed appartenenze per dar vita ad un'alleanza in grado di proiettare la città oltre le secche sulle quali la stessa è stata schiantata dallo scioglimento per infiltrazioni mafiose del consiglio comunale eletto nella primavera del 2016.

Nella sala "Igea" delle Terme Sibarite, al termine di una partecipata assemblea, la presentazione dei lavori dei gruppi tematici: si correrà uniti a sostegno del candidato sindaco Francesco Lombardi, uno che peraltro di corse se ne intende, essendo un maratoneta (al suo attivo, tra le altre, le maratone di Berlino, Londra, New York, Chicago e Boston). Al suo fianco, Lombardi avrà le forze che hanno sottoscritto il Patto civico per Cassano: tanti singoli cittadini, desiderosi di offrire il proprio contributo personale, e poi soggetti organizzati,da tempo operanti in ambito politico e culturale: Il Pentagono, L'Arcobaleno, Open your Mind, Articolo 1, Movimento Popolare, La Calabria che vuoi, Liberaldemocratici, Forza Italia, I care, Alternativa Sociale. Tutti uniti e compatti nel rivendicare e proporre per la Città delle Terme la riaffermazione dei principi della lealtà e dell'integrità, il recupero dello spirito di comunità, il rifiuto di ogni forma di divisione ed egoismo in favore dell'armonia, la trasparenza amministrativa, il merito quale unico fattore di competitività, la sobrietà ed il senso di responsabilità quali elementi caratterizzanti dell'attività amministrativa. «Voltiamo pagina», il primo commento di Lombardi, dopo aver accettato con un pizzico di commozione la pacifica chiamata alle armi dell'impegno civico. «Nasce oggi, in maniera anche formale – aggiunge - uno schieramento che non punta a contrastare avversari o nemici, fossero anche solo politici, ma si prefigge di andare oltre le logiche della contrapposizione e della polemica fini a se stesse: avanzeremo proposte e progetti e su quelli apriremo un confronto con la città». E nell'orizzonte al quale tendere non s'intravedono le nuvole dell'antipolitica. «Al contrario – sottolinea Lombardi – intendiamo affermare, finalmente, il primato della politica, di quella che dialoga con la gente, che ne interpreta esigenze e sogni fino a tradurle, in costante rapporto con la cittadinanza attiva, in soluzioni e prospettive concrete».

Nei prossimi giorni, in maniera ufficiale, la presentazione di programmi e candidato sindaco del Patto civico per Cassano. Lombardi, prossimo a festeggiare i 50 anni, è un avvocato cassazionista. In questa veste collabora da oltre 10 anni con la Fondazione Antiusura "San Matteo apostolo" ed è responsabile regionale di Prode Italia, società specializzata in materia di sovraindebitamento. Inoltre, dal 2007 al 2009 è stato componente e vicepresidente del Cda dell'istituto "Casa Serena-Santa Maria di Loreto".Tra i suoi hobby, alla lettura si aggiunge l'amore per la maratona, che lo ha portato ad essere tra i fondatori della polisportiva Magna Graecia di Cassano, di cui è responsabile tecnico e componente del Cda. Alle sue spalle anche una breve parentesi politica di consigliere comunale, dal 2009 al 2011, con l'incarico di presidente della Prima commissione consiliare "Affari Generali".