Cosenza
 

Emergenza freddo, al via accoglienza straordinaria alla ‘Casa S. Francesco’ di Cosenza

Sono 105 le persone che quotidianamente vivono nelle strutture comunitarie di Casa S. Francesco di Cosenza. Le richieste di accoglienza sono tante e per i posti quasi sempre occupati, la capienza appare ogni volta insufficiente per far fronte a nuove emergenze. Ma l'impegno resta quello di poter dare una risposta, anche se piccola, alle necessità di chi è povero ed ha bisogno di aiuto.
E' per questo che nell'incedere della stagione invernale dopo aver iniziato la consueta distribuzione dei sacchi a pelo, a partire da oggi, 2 dicembre, Casa S. Francesco avvierà una forma di accoglienza straordinaria che si estenderà fino alle porte della primavera nel salone della sede principale di Via Francesco Principe.
L'ambiente, opportunamente climatizzato, sarà provvisto ogni sera di brande e potrà ospitare fino a 12 persone. Costoro, opportunamente identificate da operatori e volontari, potranno accedervi tra le 19.30 e le 20.00 dopo aver consumato la cena nei locali della Mensa della Carità. Con la prima colazione, alle 7.00, la sala tornerà disponibile per gli usi propri.

Un piccolo segno, unito ai tanti altri, che CSF – si legge nella nota diffusa dal direttore generale della struttura, Francesco Perri -continua a tracciare sul territorio, per aumentare la protezione di chi è debole, seppur tra possibili omissioni e inadeguatezze.
Durante tutto il periodo invernale, sarà assicurato un presidio di strada dalle ore 19.30 alle 24.00 dai volontari della Croce Rossa Italiana ed il mercoledì da quelli dell'Associazione Casa Nostra. Saranno costoro ad accompagnare a Casa S. Francesco le persone che troveranno accampate all'aperto nel corso della notte, purchè capaci di garantire le necessarie condizioni di sicurezza.