Crotone
 

Cirò (Kr), ecco il progetto “Migrants in Europe: Promotion, Inclusion, Tolerance and Dialogue”

Il Dott. Luigi A. Dell'Aquila–ha preso parte al Corso di Formazione Internazionale in materia di Immigrazione Extra-Europea e di Inclusione dei Soggetti più Svantaggiati nel Processo di Integrazione all'internodell'Unione Europea organizzato, a Londra, da Kairos Europenell'ambito del Progetto"Migrants in Europe: Promotion, Inclusion, Tolerance and Dialogue" finanziato dal Programma Europeo "Erasmus Plus".

Il Progetto è stato promosso dall'AssociazioneCulturale Itaka Trainingdi Vibo Valentia(Calabria), in regime di PartenariatoNazionalea cui hanno altresì aderito6 Organizzazioni italiane - il Centro StudiDemostene di Latiano(Puglia), l'AssociazioneIntegrazioni Calabria di Lamezia Terme(Calabria), il Liceo "Tommaso Campanella" di Lamezia Terme(Calabria), la Social Innovation for Inclusion di Trapani(Sicilia), la Cooperativa Sociale Onlus "Insieme" di Vicenza (Veneto) e l'Associazione"La Mimosa" di Padova (Veneto)– e la menzionata Organizzazione inglese in qualità di Training Provider.Tale Progetto - attraverso workshops, conferenze, discussioni, networking e la condivisione di idee - ha permesso ai tutti partecipanti di acquisire una conoscenza più articolata dei fattori che influenzano la vita dei migranti extra-europei e di quei soggetti maggiormente svantaggiati nel processo di integrazione all'interno dell'Unione Europea e di apprendere e approfondire metodi e strategie già applicate e sperimentate nel Regno Unito per affrontare la crisi migratoria che coinvolge rifugiati e migranti economici. Relativamente ai contenuti formativi, il Corso in questione ha affrontato, tra gli altri, i seguenti argomenti: - Introduzione al tema delle migrazioni forzate, con un approfondimento particolare su diritti internazionali dell'uomo; - Protezione dei minori e diritti dei migranti nel Regno Unito; - Approfondimento su aspetti psicosociali della migrazione; - Risposte possibili ai dilemmi riguardanti la loro integrazione attraverso l'uso della cultura e del dialogo interreligioso. Inoltre, sono state esposte ed discusse nuove idee per promuovere valori europei comuni, dialogo interculturale, per combattere l'esclusione sociale delle comunità di rifugiati e richiedenti asilo allo scopo è di fornire a formatori, insegnanti, educatori, tutor e assistenti sociali nuovi strumenti utili da applicare nel proprio contesto lavorativo; i partecipanti saranno sollecitati a far emergere le loro capacità di consapevolezza interculturale e comunicative, necessarie per relazionarsi con persone provenienti da un diverso background linguistico e culturale.