Crotone
 

Cirò, la denuncia del sindaco Paletta: "Frane dimenticate"

Dalla collina di Cozzo Leone alle case di Contrada S. Elia ad ogni pioggia minacciate dal fango; passando da Via Dante Alighieri dove è stato staccato in via precauzionale il gas; fino a via Alcide De Gasperi, il sito che desta maggiore preoccupazione, dove il fronte frana è di centinaia di metri e migliaia di metri cubi di terra minano le fondamenta alle abitazioni. È da 7 anni, dal 2011, che si attendono interventi. Ma gli appelli rimangono inascoltati. 20 persone hanno già lasciato la loro casa. Gli apparecchi di monitoraggio raccontano ai tecnici che se la collina frana si porta dietro mezza Cirò.

Il Sindaco Francesco Paletta al TGR CALABRIA (edizione delle 19,30 di venerdì 12 ottobre) ha rinnovato l'appello agli enti sovracomunali ad intervenire subito su una zona, R4, che presenta massima criticità. – I danni provocati dalle ultime precipitazioni – ha precisato – si aggirano intorno ai 4 milioni di euro.

Il Primo Cittadino ha trasmesso la delibera di Giunta con la quale si fa richiesta di dichiarare lo stato di calamità naturale al Presidente dei Ministri, alla Protezione Civile a ROMA, al Presidente della Giunta Regionale, alla Prefettura di Crotone, alla Provincia di Crotone e al settore Protezione Civile della Regione Calabria.