Cultura
 

Cosenza, domani cerimonia finale della sesta edizione del Premio Sila '49

È la scrittrice pugliese Antonella Lattanzi, con il romanzo "Una storia nera" (Mondadori) ad aggiudicarsi il Premio Letteratura della sesta edizione del Premio Sila '49. Allo storico Angelo D'Orsi, per "Gramsci - Una nuova biografia" (Feltrinelli), e all'antropologo Vito Teti, per il saggio "Quel che resta", va ex aequo il Premio Economia e Società. La cerimonia di premiazione è in programma domani, sabato 25 novembre, alle ore 18, a Cosenza in Palazzo Arnone: sarà condotta da Ritanna Armeni. A John Dickie, accademico e storico britannico, va il riconoscimento 'Sguardo da lontano" per il suo volume "Una catastrofe patriottica. 1908: il terremoto di Messina" (Laterza). Il Premio speciale alla carriera, conferito nel 2016 allo storico e professore di Storia delle culture europee Carlo Ginzburg, è attribuito in questa edizione a Gustavo Zagrebelsky, giurista, professore emerito di Diritto Costituzionale all'Università di Torino e presidente emerito della Corte Costituzionale. Il suo nuovo libro è "Il legno storto della giustizia" (con Gherardo Colombo, Garzanti). Per l'occasione Zagrebelsky terrà una lectio magistralis dal titolo "Immagini della giustizia" domani, sabato 25 novembre, alle ore 11.30, sempre in Palazzo Arnone a Cosenza.