Fronte del Palco
 

"Peperoncino Jazz Festival", a Saracena arriva Eric Daniel

Dopo aver percorso in lungo e in largo il territorio ionico compreso tra Roseto Capo Spulico e Rossano (che venerdì scorso ha ospitato una superlativa performance degli Yellowjackets), il XVII PEPERONCINO JAZZ FESTIVAL è in procinto di addentrarsi nelle zone più interne dell'alta Calabria per portare i suoi spettatori alla scoperta delle più belle località del Parco Nazionale del Pollino, area protetta più vasta d'Italia, che dal 2015 è stato inserito, per la sua meravigliosa biodiversità e per il grande lavoro di promozione portato avanti in modo eccellente negli anni dal presidente Domenico Pappaterra, nella prestigiosa rete mondiale degli UNESCO Global Geoparks.

Il viaggio inizierà nella giornata di domani (venerdì 10 agosto) con una escursione mattutina (in programma dalle 9.30 alle 14.30) a cura delle guide ufficiali del Parco del Pollino che sarà gratuita per tutti gli spettatori del festival, intitolata "Alle pendici del Monte Pollino", mentre in serata il festival musicale più piccante d'Italia farà tappa a Saracena, borgo famoso per la sua tradizione vitivinicola, che per l'occasione ospiterà una serata all'insegna del tango e dei suoni del Sud, con un particolare focus sulle composizioni di Carlos Gardel.

Di scena alle ore 22, nella caratteristica piazza intitolata al patrono San Lione, sarà l'affiatato duo "In Milonga", formato dal contrabbassista Sasà Calabrese (collaboratore di grandi nomi del jazz italiano, nonché di artisti del calibro di Mario Venuti, Joe Amoruso, Linda ecc.) e dal fisarmonicista Salvatore Cauteruccio (già al fianco di Geoff Westley, Mariella Nava e Anna Mazzamauro).

In occasione della presentazione del loro disco (omonimo), edito dalla Picanto Records, in un concerto patrocinato dal Consolato degli USA, il duo sarà affiancato dal grandissimo musicista americano Eric Daniel, carismatico sassofonista dalle mille collaborazioni importanti (tra cui quelle con Zucchero, Natalie Cole, Alex Britti, Andrea Bocelli, Joe Cocker, Gino Paoli, Antonello Venditti, Tom Jones, Amii Stewart, George Benson. E, ancora, Paul Young, Randy Crawford, Solomon Burke, Giorgia, Jerry Lewis, Stevie Wonder, Ella Fitzgerald, Gil Evans, Eduardo De Crescenzo, Toots Thielemans, Mike and Randy Brecker).

Nel corso della serata, a ingresso libero in quanto fortemente voluta dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Renzo Russo, la tappa del festival diretto artisticamente da Sergio Gimigliano e a cura dell'associazione culturale Picanto si caratterizzerà, come nella sua migliore tradizione, anche nel segno dell'enogastronomia d'eccellenza, con la degustazione dei migliori vini calabresi a cura dei Sommelier professionisti della F.I.S. (Fondazione Italiana Sommelier) Calabria.

Dopo questa attesa serata, la rassegna itinerante nelle più belle località calabresi che, iniziata lo scorso 15 luglio e in programma senza soluzione di continuità fino al 16 settembre prossimo (con il gran finale all'insegna della V edizione del Calabria Jazz Meeting, che verrà ospitato nelle sale di Palazzo Del Trono a Cetraro dal 14 al 16 settembre), con un cartellone artistico di altissimo livello (Benny Golson, Christian McBride, Gilad Hekselman, George Garzone, Trygve Seim, Yellowjackets, Scott Hamilton, Wayne Escoffery, John Patitucci, Xantoné Blacq, Danilo Rea, Roberto Gatto, Gegè Telesforo tra i 200 artisti protagonisti) e il coinvolgimento di trenta paesi calabresi si sta confermando, tappa dopo tappa, come uno dei più importanti eventi turistici e culturali del Sud Italia, proseguirà nei prossimi giorni fino a Ferragosto con altre tre tappe nel cuore del Pollino.

Oltre alle visite guidate nei borghi del parco, in programma alle ore 18 sempre a cura delle guide ufficiali del parco, in serata, alle ore 22, i concerti proporranno: sabato 11 agosto a Mormanno la carismatica cantante statunitense Deborah Carter, mentre il giorno seguente (domenica 12) a San Basile saranno di scena i Groovin' High.

Lunedì 13, poi, sarà la volta dei travolgenti Sing Swing, che nel suggestivo scenario del Belvedere di Civita, mentre nella vigilia di Ferragosto il PJF ha in programma l'ormai tradizionale tappa nel centro storico di Plataci, laddove risuoneranno le note brasiliane di Robertinho De Paula.

Dopo questa intensa incursione nel cuore del Pollino, le note del XVII PJF - evento organizzato con il contributo dell'Assessorato alla Cultura della Regione Calabria (progetto finanziato con fondi di cui all'avviso pubblico relativo agli eventi culturali nell'ambito dei Fondi PAC 2018), degli enti Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di 30 comuni e di importanti sponsor privati (primo fra tutti UBI Banca e Busitalia Simet Spae poi Confindustria Cosenza, Agis e Anec Calabria, Gas Pollino, Pollino Gestione Impianti, Ottica Di Lernia, Montagna Srl, La Pietra Srl, Gelateria Capani ecc.) e con i patrocini del Consolato Generale degli Stati Uniti d'America, dell'Ambasciata di Israele e della Reale Ambasciata di Norvegia, del FAI e del Touring Club – torneranno a risuonare sul Tirreno cosentino laddove, fino a fine mese, sono in programma tantissimi concerti di assoluto valore artistico.