Reggio Calabria
 

Reggio, il 22 aprile alla Banca d’Italia la presentazione del progetto “Movio: la millenaria storia della chiesa di San Giorgio in Rete”

Si terrà il prossimo sabato 22 aprile alle ore 17:00, presso i locali della Banca d'Italia sul Corso Garibaldi, la presentazione ufficiale del progetto In templo eius omnes dicent GLORIAM - Movio: La millenaria storia della chiesadi San Giorgio in rete, una mostra fisica e digitale che attraverso documenti d'archivio, carteggi, testimonianze e documenti inediti ricostruisce, nei secoli, il culto locale del Santo Protettore di Reggio Calabria e del Tempio della Vittoria, la chiesa di San Giorgio al Corso a lui dedicata.

La memoria di San Giorgio a Reggio Calabria è attestata fin da epoca medievale bizantina ma il culto come Santo Protettore della città risale al periodo della dominazione normanna (nei secoli XI e XII) e prosegue ininterrotto fino ai nostri giorni pur non essendo ancora noto il momento in cui la figura del Santo Cavaliere entrò a far parte dello stemma comunale.

La mostra è stata organizzata dalla sezione di Reggio Calabria diItalia Nostra, dall'Archivio storico dell'Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova e dal Segretariato Regionale del MiBACT per la Calabria, in occasione dell'edizione 2016 degli Stati Generali della Cultura, promossa dall'Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria.

L'allestimento della mostra "fisica" è stato curato dal Comitato Scientifico composto da Maria Pia Mazzitelli, Luciano Schepis e Maria Teresa Sorrenti col supporto di Progetto 5 mentre il suo analogo "digitale", già disponibile sul web all'indirizzo www.movio.beniculturali.it/sr-cal/sangiorgioareggio, è stato realizzato nell'ambito diMovio, un progetto finanziato dalla Fondazione Telecom che, attraverso un kit open source per la realizzazione di mostre virtuali online, si rivolge a tutte le istituzioni culturali pubbliche e private,mettendo loro a disposizione una piattaforma informatica e tutte le competenze tecniche necessarie per mettere in atto strategie di valorizzazione e divulgazione della conoscenza attraverso la realizzazione di eventi espositivi e mostre temporanee aperte al territorio, l'utilizzo di siti, portali e applicazioni web in grado di rappresentare efficacemente l'identità e l'attività dell'istituto e attuare strategie di informazione e divulgazione culturale e scientifica.

Lo spirito di questa intelligente iniziativa culturale ci suggerisce che le mostre virtuali online vanno viste ormai come un'importante attività strategica che dovrebbe far parte dell'attività corrente delle istituzioni culturali (musei, biblioteche, archivi, soprintendenze ecc.), un'occasione importante che Reggio Calabria non ha perso e che ci offrirà la possibilità di apprezzare meglio i sottili intrecci tra realtà spirituale e storia materiale della Chiesa che più di tutte ha racchiuso per secoli il culto per il suo Santo Patrono.

Alla conferenza stampa di presentazione della mostra che si terrà sabato 22 aprile alle ore 17 presso la sede della Banca d'Italia interverranno, oltre ai tre curatori della mostra, Maria Pia Mazzitelli, Luciano Maria Schepis e Maria Teresa Sorrenti, anche il direttore della filiale reggina Antonio Signorello, il direttore dell'Ufficio beni culturali della Diocesi di Reggio Calabria-Bova, don Demetrio Sarica, il segretario regionale per i beni culturali e paesaggistici della Calabria, Salvatore Patamia e il parroco della chiesa di San Giorgio al corso, don Antonio Santoro. La presentazione verrà moderata dalla presidente della sezione reggina di Italia Nostra, Angela Martino. L'ingresso è libero.