Reggio Calabria
 

Bagnara Calabra, assessore Ruggiero incontra ministro Minniti per sottoscrizione Sprar

Oggi l’assessore alle politiche sociali Silvana Ruggiero parteciperà all’incontro dei sindaci con il Ministro dell’interno Marco Minniti. L’assessore Ruggero delegata dal sindaco Gregorio Frosina, sottoscriverà il protocollo d’intesa quale Comune che ha deciso di aderire allo Sprar con la delibera n. 64: “Approvazione ed adesione protocollo tra Prefettura di Catanzaro, Regione Calabria ANCI Calabria per il miglioramento del sistema di accoglienza dei richiedenti la protezione internazionale” .

Bagnara ormai da tempo vive l’accoglienza con la presenza di due Cas (Centri di accoglienza straordinaria) di cui uno dedicato ai minori non accompagnati, ma grazie all’impegno dell’assessore e a questo importante strumento di cui si sta dotando il Comune, sarà possibile trasformare l’accoglienza in opportunità.

In particolar modo i due Cas già presenti a Bagnara saranno trasformati si Sprar, il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati in Italia che garantisce interventi di “accoglienza integrata” dei richiedenti asilo e dei rifugiati attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico; è costituito dalla rete degli Enti locali che, con il concorso delle realtà del terzo settore, accedono al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo per la realizzazione dei progetti di accoglienza.

Questo consentirà soprattutto di limitare le presenze, infatti, grazie allo Sprar e in particolare alla clausola di “salvaguardia” Bagnara non dovrà più gestire le emergenze o i Cas. Così facendo non aumenterà il numero di migranti da accogliere, anzi sarà tenuto sotto controllo.

L’assessore Ruggiero, mantenendo gli impegni presi in campagna elettorale, è fiera di partecipare a una svolta importantissima per il paese poiché grazie a questo strumento di accoglienza si eviteranno ingressi clandestini, delinquenza e gestione in emergenza. Dal protocollo si evince come la decisione nasce al fine di razionalizzare il sistema di accoglienza dei migranti superando le criticità collegate alle grandi aggregazioni, nel dicembre scorso il Ministero dell’Interno ha elaborato, in accordo con Anci, un Piano di distribuzione sull’intero territorio nazionale dei richiedenti asilo basato su criteri di proporzionalità e sostenibilità attraverso la definizione di un numero di presenze rapportato alla popolazione residente nel Comune. Con lo Sprar si mira al definitivo superamento dell’accoglienza straordinaria in favore della accoglienza integrata e inclusiva. Pertanto, allo scopo di superare un approccio di tipo emergenziale e ricondurre l’accoglienza ad una fase ordinaria è necessario favorire la crescita di tale modello attivando un percorso condiviso. È stato previsto un sostegno economico dello Stato agli oneri a carico dei Comuni per i servizi e le attività funzionali all’accoglienza e all’integrazione dei migranti con un contributo di importo superiore per le progettualità aderenti alla rete Sprar e con la possibilità di assunzioni flessibili in deroga al tetto di spesa; il sistema indicato può rappresentare anche un’occasione di sviluppo dei territori in quanto crea nuovi posti di lavoro.

La presenza del Ministro rappresenta senza dubbio un segnale di vicinanza ai 150 Comuni che hanno aderito e per Bagnara che domani segnerà un altro importante traguardo, segno di civiltà e solidarietà senza speculazioni di alcun genere.