Reggio Calabria
 

Reggio, la denuncia di Usb e Rsu: “Peo al Comune problema irrisolto”

"La PEO al Comune di Reggio Calabria rischia di continuare ad essere un serio ed irrisolto problema. Per il SUL il ripristino della PEO ha costituito uno degli elementi fondamentali per decidere di firmare il Contratto decentrato 2017, contrariamente a quanto decise qualche sigla che, legittimamente, stabilì di non firmarlo. Il ripristino della PEO aveva, per noi, un alto valore contrattuale, ma anche un evidente valore simbolico dopo le notissime vicissitudini a cui erano stati sottoposti i dipendenti.

Ora siamo in presenza di graduatorie per il riconoscimento della PEO nelle quali dipendenti meritevolissimi non hanno avuto la possibilità di vedere riconosciuta la loro professionalità e la loro dedizione al lavoro. Ci auguriamo che i dirigenti comunali abbiano redatto correttamente le schede di valutazione, corredandole degli elementi dovuti e che abbiano scelto prescindendo da rapporti amicali e di cordata.

Inoltre sono state trascurate alcune fasce di dipendenti: quelli più esposti a rischi, turnazioni e lavori pesanti, quelli più vicini alla pensione, quelli con elevati tassi di produttività ed impegno che, tuttavia, non sono stati sufficienti a farli concorrere positivamente per la PEO. E' bene anche sottolineare che sarebbe stata una misura di equità e buon senso escludere i percettori di Alte Professionalità e Posizioni Organizzative per estendere la platea dei dipendenti premiati con la PEO.

Essere giunti alla redazione e pubblicazione delle graduatorie trafelati ed a ridosso del limite temporale massimo si è rivelato un serio handicap, tanto che si è corso il rischio di far perdere queste competenze ai dipendenti per il 2017, costringendoci, nello scorso mese di novembre, a lanciare l'allarme sulle scadenze oramai imminenti. Speriamo che serva per le prossime scadenze PEO e che sia possibile stabilire tempestivamente criteri più giusti nell'attribuzione delle competenze e che non si arrivi all'ultimo minuto nella redazione delle graduatorie, quando ai dipendenti rimane solo la scelta di rivolgersi alla magistratura del Lavoro qualora ci si senta defraudati di un diritto.

Il SUL consiglia i dipendenti esclusi dal beneficio della PEO di chiedere copia delle schede per verificarne la corretta redazione. Intanto, ha deciso di mettere il proprio Ufficio Legale a disposizione di quei dipendenti comunali che si ritengono ingiustamente esclusi dalle graduatorie PEO, ricordando che la PEO è una progressione economica e professionale che va data ai dipendenti a partire dai più meritevoli ed impegnati e che ha un peso non indifferente sulla retribuzione e sulle pensioni conseguenti". Lo affermano Antonino Lopresto, Loredana Azzarelli (Rsu Comune di Reggio Calabria) e Aldo Libri (Sul provinciale Reggio Calabria),